La tecnologia dei droni si presta ad applicazioni commerciali

16/02/2017

Interessanti sviluppi per la tecnologia dei droni

Lady Gaga [e Intel] incantano la folla con uno straordinario spettacolo di half time show al Super Bowl dove per la prima volta in America 300 droni creano la coreografia dell'evento

I droni in America stanno conoscendo sempre nuove applicazioni commerciali. Dopo il Super Bowl, l'ultima novità è quella di Amazon che userà i droni per la consegna degli acquisti fatti online


La finale di football che ha il potere di fermare tutta l’America, ha visto una fenomenale performance di Lady Gaga. L’artista, insieme alla musica, ha fatto risuonare anche il suo messaggio politico di unione unti Trump, recitando parte del giuramento di fedeltà alla bandiera - “Una nazione sotto un solo Dio, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti” - a conclusione della parte introduttiva del suo show.

Il suo ingresso è stato accompagnato da una spettacolare coreografia, grazie all’impiego di un’armata di droni ballerini, che si muovevano all’unisono nel cielo di Houston. Una danza di luci nel cielo, come “stelle cadenti” che si trasformavano in una gigantesca bandiera americana svolazzante, colorandosi di rosso, bianco e blu.

La realizzazione di questa coreografia, spiega Usa Today, è stata realizzata attraverso l’utilizzo di trecento Shooting Star, i quadricotteri di Intel creati ad hoc per l’evento. È stato necessario un anno e mezzo di preparazione per accertare un perfetto coordinamento ed evitare collisioni.

La pop star ha saputo inoltre stupire, lanciandosi dall’alto come un'acrobata in volo, assicurata con delle cime in acciaio, su una folla in delirio.

I droni al Super Bowl 2017È troppo presto per dire se Lady Gaga rimarrà nella storia del Super Bowl, ma sicuramente ha saputo dar vita a un’esperienza completamente inedita, combinando l’innovazione dei droni con il suo talento artistico.

Per idroni si apre dunque un nuovo orizzonte, che li vede non solo testimoni di uno spettacolo e di riprese dall’alto, ma protagonisti veri e propri.

Il corpo del piccolo velivolo (non pesa più di un pallone di volley) è interamente realizzato in polistirolo, per attenuare eventuali urti accidentali, con gabbie di metallo intorno alle quattro eliche. Non ha una forma vistosa, poiché ciò che deve risaltare sono gli oltre quattro miliardi di combinazioni di colore (create dai led a bordo del drone) e le acrobazie aeree coreografate da codici precisissimi.

Ogni drone comunica tramite tecnologia wireless con un solo computer centrale ed è programmato per seguire un determinato tragitto senza tener conto di ciò che fanno le centinaia di droni circostanti. Il volo di ciascuno è infatti programmato con la massima precisione, in modo da organizzare un piano di volo che dia l’illusione di un unico movimento. Poco prima dello show il software controlla il livello delle batterie e la qualità del segnale GPS di ogni drone, ma nel caso in cui uno di questi non dovesse rispondere perfettamente ai comandi durante lo spettacolo, se ne attiverà uno di riserva pronto a sostituirlo in pochi secondi.

Corpi liberi, dunque, a carattere performativo, creati per emozionare e occupare sempre più spazio nel mondo degli eventi e dell’intrattenimento.



« indietro ]