Per un piccolo produttore italiano i costi per esportare e vendere vino negli Stati Uniti sono proibitivi


La distribuzione dei vini negli Stati Uniti e' estremamente concentrata e gioca a favore dei grandi produttori di vino



Informazioni export vino - ExportUSA ha sviluppato un sistema di vendita pensato specificatamente per i piccoli produttori di vino italiani che vogliono esportare e vendere i propri vini in America


esportazione vino Stati UnitiGli Stati Uniti sono diventati il primo mercato mondiale per il consumo di vini e le proiezioni parlano di un consumo di vino annuo totale di circa 400 milioni di casse entro il 2016 per un valore ci circa 55 miliardi di dollari.

Il maggior incremento delle vendite di vino negli Stati Uniti d'America si registra per il consumo in casa: l'80% delle vendite ddi vino in America e' per consumo in casa. Il 75% del consumo di vino in America si orienta su bottiglie che costano meno di $9 a bottiglia.

E' una grossa opportunita' per i produttori di vino italiani. Il nostro paese vanta una tradizione secolare nella produzione di vini di ogni qualita'. Con oltre 2000 vitigni di cui quasi 300 nella sola Toscana, l'Italia offre una varieta' di vini capace di soddisfare ogni nicchia e fascia di consumo tra i consumatori americani.


La Soluzione per Esportare e Vendere Vino in America

Per un piccolo produttore di vino l'unica soluzione e' quella di lavorare con piccoli importatori di vino e con distributori / grossisti che vendono vino a livello locale o regionale.

Per favorire le piccole case vinicole italiane, ExportUSA ha messo a punto un sistema di vendita che consiste nel presentare i vini direttamente ai distributori / grossisti durante incontri di assaggio guidati trimestrali.

Ecco come funziona il sistema:
  • La casa vinicola invia campioni dei propri vini all'ufficio ExportUSA di New York unitamente alle schede dei vini stessi ed ai listini export.
  • Ogni tre mesi viene organizzata da ExportUSA una sessione di assaggio con cinque o sei distributori / grossisti di vino di New York.
  • Durante l'incontro ogni distributore / grossista assaggia tutti i vini e compila una scheda di commento.
  • ExportUSA manda al produttore le schede coi commenti ed assiste il produttore nell'avvio delle trattative commerciali per quei vini per i quali i distributori hanno dimostrato interesse.


Il Ruolo dell' Importatore di Vino per gli Stati Uniti

ExportUSA ha concluso un accordo con un piccolo importatore di vini di New York per poter procedere all'importazione regolare dei vini. L'importatore dispone anche di magazzini per lo stoccaggio e la distribuzione del vino.
Cosi' facendo la casa vinicola puo concentrarsi sull'aspetto commerciale della vendita del vino trattando direttamente con distributori e grossisti [prima durante gli incontri trimestrali appena descritti e poi, iniziato il rapporto commerciale, durante la normale attivita' di vendita] e creando un contatto diretto con il mercato. In questo modo la figura dell'importatore viene ridimensionata diventando un garante della regolare importazione dei vini, offrendo anche il magazzino autorizzato per il deposito del vino e curando il servizio di trasporto e consegna, in altre parole l'intero servizio logistico per il vino negli Stati Uniti, senza doversi necessariamente occupare della vendita [anche se poi in realta' l'importatore ha i suoi contatti e comunque partecipa all'attivita' di vendita].


La Distribuzione del Vino Attraverso i Ristoranti

I ristoranti sono un altro canale di distribuzione del vino che opera a livello locale. Per produttori di vino molto piccoli oppure per produttori anche medi ma con uno o piu' vini di nicchia questo e' il sistema ideale per cominciare la vendita di vino negli Stati Uniti. Questo dei ristoranti e' il canale adatto per produttori che possono vendere 5000 - 6000 bottiglie all'anno in America. Per questo tipo di case vinicole il programma trimestrale prevede incontri non tanto con i distributori / grossisti di vino ma quanto con quattro o cinque ristotanti di New York. In questo caso gli incontri con i ristoranti in genere avvengono di persona visto che tutti [o quasi] i ristoratori di New York ormai li conosciamo di persona dopo tutti questi anni di lavoro a New York.


Vendita e Commercializzazione di Vini in Altri Stati

Lo stesso programma di incontri trimestrali descritto sopra puo' essere replicato in altre citta'. In questo modo si possono trovare distributori / grossisti per vendere vino a Chicago, Los Angeles, Boston, Atlanta, Dallas. In particolare l'opportunita' offerta da Las Vegas per vendere vino e' notevole visto la quantita' di turisti che ogni anno visitano la citta'. Anche New York attira ogni anno molti turisti, quasi 50 milioni. Ma e' anche un mercato molto piu' competitivo specialmente per vendere vino. Le opportunita' di vendita offerte da altri stati, come Illinois o Texas ad esempio, non sono da sottovalutare proprio perche' la concorrenza e' minore.