Messa a norma prodotti export Stati Uniti

09/02/2020

Esportazione prodotti alimentari negli Stati Uniti: Bisfenolo A incluso in Proposition 65

In termini pratici la Proposition 65 della California ha la stessa valenza delle normativa FDA

Proposition 65 California Dall'11 maggio 2014 il Bisfenolo A (BpA), uno dei materiali di base nella produzione del policarbonato, è stato inserito nella lista delle sostanze note allo Stato della California come cancerogene, responsabili di danni alla nascita o di tossicità per la riporduzione. Tale lista negli Stati Uniti è nota con il nome di Proposition 65.

Lo stato della California ha intrapreso questa azione nonostante sia ancora pendente la causa davanti ai giudici da parte dell'American Chemistry Council e altri contro il primo tentativo da parte dello stato di inserire il BpA nella lista.

L'inserimento del BpA nella Proposition 65 ha effetto dopo un anno, quindi le aziende hanno tempo fino all'11 maggio 2016 per verificare se i prodotti che vendono in California contengono BpA o se i loro stabilimenti e uffici espongono i dipendenti a BpA.

Si tratta ora di vedere se c'è un livello minimo di BpA consentito dallo stato della California. Quando lo stato aveva inserito il BpA nella lista la prima volta, tale livello era stato inserito. Non è ancora noto se anche questa volta il livello minimo è previsto, e a quanto ammonta.

Nel caso in cui un'azienda vendesse in California un prodotto con contenuto di BpA superiore al minimo consentito, un avvertenza "chiara e ragionevole" deve essere fornito ai consumatori insieme al prodotto. Simile regola vale per quanto riguarda il BpA sui posti di lavoro.


« indietro ]