18/02/2019

Guida agli incentivi statali per investire negli Stati Uniti: sgravi fiscali, crediti d'imposta e contributi statali vari

Incentivi statali per la produzione negli USA

Guida agli incentivi alla produzione in America

Le agevolazioni fiscali e i crediti di imposta per gli investimenti produttivi negli Stati Uniti: West Wirginia, North Carolina, South Carolina, Tennessee, Ohio, Alabama, Michigan, New Jersey

Programma agevolazioni fiscali per investimenti diretti in America


Entrare nel mercato americano tramite investimenti diretti presenta diversi vantaggi fiscali

Su questa pagina abbiamo selezionato alcuni stati americani che offrono una tassazione agevolata per gli investitori oltre ad altri incentivi alla produzione

Gli Stati Uniti sono il paese con il più alto livello di investimenti diretti esteri al mondo, i cosidetti Foreign Direct Investemt (FDI). Per FDI si intente l’investimento in un paese straniero tramite l’apertura di una sede locale con impianti di produzione, oppure l’acquisto di asset finanziari di una società straniera, in questo caso americana. Qui sotto si riportano gli hot spot per gli FDI negli USA.

Il sistema amministrativo-fiscale degli Stati Uniti è composto di tre livelli tra loro interagenti: federale, statale e locale. Ognuno dei suddetti livelli presenta singolarmente una più o meno ampia possibilità di assegnare incentivi alla produzione.



Esempi di Incentivi Statali per Produrre negli Stati Uniti

A livello statale il ventaglio di incentivi alla produzione è più ampio che non a livello federale, ed ha caratteristiche che variano a seconda della tipologia dell’ investimento, della località alla quale l’investimento è destinato e delle misure di tutela sociale connesse all’investimento stesso.

Ogni singolo stato garantisce specifici sgravi fiscali (c.d. “tax credits”), vale a dire deduzioni fiscali connesse a determinate tipologie di investimenti. Per ottenere uno o più di tali sgravi fiscali una società deve rispondere a determinati requisiti che variano da stato a stato. Gli sgravi fiscali più frequenti hanno a che fare con:

  • Investimenti per la ricerca o lo sviluppo
  • Investimenti relativi all’uso o allo sviluppo dell’alta tecnologia
  •  investimenti in macchinari per lo smaltimento dei rifiuti
  • Investimenti da parte di aziende in centri infantili destinati ai propri dipendenti

Numerosi stati predispongono una serie di strumenti finalizzati al finanziamento delle attività di produzione in America, quali:

  • Prestiti obbligazionari per lo sviluppo industriale (c.d. “Industrial Development Bonds”), cioè prestiti obbligazionari esentasse finalizzati allo sviluppo di unità industriali
  • Fondo di finanziamento statale vincolato (c.d. “fund”) come strumento finanziario strategico atto a favorire una più efficace competizione con gli altri Stati dell’Unione
  • Per le piccole e medie imprese (c.d. “Small Medium Enterprises”) sono previsti numerosi programmi di finanziamento, quali linee di credito ed agevolazione di investimenti in conto capitale tramite il finanziamento del debito o garanzie


Incentivi degli Stati per i Foreign Direct Investments (FDI) 

In seguito si riportano gli incentivi per le aziende che vogliono investire in: West Virginia, North Carolina, South Carolina, Tennessee, Alabama, Ohio, Michigan e New Jersey.



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in West Virginia

Investimenti diretti West VirginiaLa posizione centrale della West Virginia agevola i collegamenti. Di qui è possibile raggiungere con 4 gioni di camionaggio il 50 percento del mercato statunitense, ed un terzo dei consumatori canadesi.

Gli sgravi fiscali, in West Virginia, sono disponibili per le aziende che fanno un investimento di produzione a seguito del quale vengono creati almeno 20 posti di lavoro.

Per esempio, un azienda che investe e crea 20 posti di lavoro ha diritto ad uno sgravio fiscale del 20%; se ne crea 200 allora lo sgravio sale fino al 25%, per arrivare fino al 30% se l’investimento crea 280 nuovi posti di lavoro. Le aziende che investono in West Virginia possono, inoltre, ottenere un rimborso fino a 2000$ per ogni contratto di apprendistato. Le tipologie di attività che hanno diritto a sgravi fiscali, in seguito ad un investimento, sono:

  • Settore Manufatturiero in generale
  • Logistica
  • Ricerca e Sviluppo
  • Apertura di filiali
  • Turismo e settori ricreativi
  • Elaborazione dati

Ulteriori benefici fiscali sono disponibili per lo spostamento di sedi principali, investimenti nel settore hi-tech, attività estrattive di carbone, settore agricolo, sviluppo urbanistico e piccole imprese.



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in North Carolina

Agevolazioni alla produzione in North CarolinaLa Nord Carolina gioca un ruolo fondamentale nell’internazionalizzazione dell’economia Statunitense.
Uno degli aspetti piú entusiasmanti del commercio estero con la North Carolina è la presenza di ben 4 Foreign Trade Zone (FTZ), Inoltre ci sono altre 7 sub-zone con caratteristiche uguali, ma istitutuite esclusivamente per singole aziende.

Queste aeree sono considerate legalmente al di fuori degli USA, e sono state istituite per facilitare il flusso di commercio con paesi esteri, poichè presentano procedure doganali semplificate. Le importazini possono entrare in queste zone senza essere esaminate accuratamente in dogana, e senza pagare i dazi – solitamente invece applicati al momento dello sdoganamento. I dazi verrano applicati solo dopo che le merci lasciano la Foreign Trade Zone in seguito ad una vendita.

Altri incentivi fiscali riguardano il settore del Real Estate. Il governo americano offre delle sovvenzioni per la ristrutturazione di edifici disabitati, per l’espansione di esistenti aziende locali, e sovvenzioni per l’espansione di strutture sanitarie.

Inoltre, in North Carolina le giacenze di magazzino e le materie prime sono esenti dalla property tax.
Per quanto concerne i macchinari industrali, essi sono esenti dalla sales tax e use tax. A questa categoria si applica una privilege tax del solo 1%.

Altri benefici fiscali in North Carolina riguardano l’elettricità, il carburante ed i gas naturali utilizzati per la produzione. La loro vendita al dettaglio e l’uso industriale è esente dalla sales tax e la use tax.



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in South Carolina

South CarolinaI settori industriali predominanti in South Carolina sono l’automotive (40%), la produzione di macchinari industriali (21%), seguiti dalla produzione di gomma (9%), macchinari elettrici (7%) e plastiche (6%). Le industrie che maggiormente si stanno espandendo sono, appunto, la produzione di materiali avanzati, l’agribusiness, l’aviazione, l’automotive, la produzione di gomma, ed energie rinnovabili.


La South Carolina attira investimenti esteri grazie ad una forza lavoro qualificata, ingenti benefici fiscali ed un sistema legale business-friendly. Lo conferma la presenza di oltre 1200 international establishments che danno lavoro a circa 115,000 lavoratori. Gli incentivi fiscali piú interessanti in South Carolina sono i seguenti:

  • Job Tax Credit
  • investement Credit
  • Corporate headquarters Credit
  • Research and Development Credit
  • Biomass Resources Credit
  • Ethanol o Biodiesel Credit
  • Solar Energy Credit
  • Renewable Fuels Credit
  • Job Development Credit



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in Tennessee

Impianti produzione TennesseeIl Tennessee ospita oltre 900 investimenti diretti di produzione esteri, che danno lavoro a circa 123 mila persone. Un sistema foscale molto snello permette al Tennessee di essere particolarmente allettante per investitori esteri. Per esempio, in Tennessee non ci sono tasse sul reddito delle persone fisiche per i salari percepiti come stipendio. Pertanto il costo del lavoro risulta essere piú basso della media americana.

Gli incentivi offerte alle aziende che realizzano investimenti produttivi in Tennessee includono incentivi fiscali e rimborsi per job training. Ad esempio, si ottiene un credito di imposta di 4500$ per ogni posto di lavoro creato. Se un azienda crea un minimo di 100 posti di lavoro, il credito di imposta sale a 5000$. Gli incentivi fiscali si basano, principalmente, sul numero di posti di lavoro creati, ammontare di capitale investito e tipo di attività produttiva. Gli incentivi fiscali in Tennessee sono destinati esclusivamente ai seguenti tipi di industrie o attività:

  • Sedi di società
  • Insediamenti produttivi in generale
  • Data centers
  • Magazzini e centri di logistica
  • Call Centers

Per quanto riguarda le tasse comuni a tutti i tipi di attività, cosidette Basic Business Taxes, abbiamo:

  • Franchise tax 0.25%
  • Exice tax 6.5%
  • Sales and Use Tax 7% a livello statale, piú una tassa a livello locale che varia tra 1.5% e 2.75%



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in Ohio

OhioL’Ohio è una delle principali destinazioni di investimento internazionale negli Stati Uniti, con quasi 4.000 stabilimenti controllati da oltre 1.000 aziende estere provenienti da 47 paesi (fonte: Ohio Development Services Agency). Insieme, queste aziende internazionali danno lavoro a 215.560 dipendenti in Ohio. La posizione strategica dell’Ohio, nel cuore del Midwest degli Stati Uniti, conferisce un accesso capillare al 60% dei consumatori degli Stati Uniti. 

Numerosi sono gli incentivi statali pensati per promuovere l’investimento alla produzione in Ohio. Il Job Creation Tax Credit Program, per esempio, attribuisce uno detrazione fiscale a discrezione dell’ente che varia dal 25% al 55% per un periodo dai 5 ai 7 anni alle aziende che creano almeno 10 posti lavoro full-time.

Il Jobs Ohio Economic Development Grant program invece dispone di incentivi agli investimenti per finanziare progetti di produzione, R&D, tecnologia e distribuzione che prevedono un investimento sostanziale di capitale e la creazione di posti lavoro. Tali incentivi, attribuiti su base discrezionale dallo Stato, possono essere utilizzate per acquistare macchinari ed equipaggiamenti, o per spese di acquisizione e costruzione di infrastrutture. Tra gli altri incentivi figurano sovvenzioni rivolte ad incentivare il training della forza lavoro e le esenzioni fiscali sull’acquisto di macchinari ed equipaggiamenti utilizzati nel processo produttivo.



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in Alabama

AlabamaDiverse aziende internazionali come Airbus e Mercedez Benz hanno investto in  stabilimenti produttivi in Alabama. Le aziende straniere provenienti da circa 30 paesi hanno effettuato investimenti per circa $ 1 miliardo nel 2014, impiegando circa 87.000 lavoratori locali.

Esistono diversi programmi di incentivi per lo sviluppo di piccole e medie imprese in Alabama come il Certified Capital Company Program, che dispone di finanziamenti alternativi ai fondi bancari per aziende dal profilo di rischio piú elevato. In alternativa, gli Industrial Revenue Bonds (IRBs) possono essere utilizzati come risorsa di finanziamento a lungo termine per progetti di investimenti legati alla costruzione di edifici ed installazione di attrezzature.

Numerose sono inoltre le detrazioni fiscali offerte dallo Stato dell’Alabama. Ad esempio un incentivo all’investimento è la detrazione dell’1.5% sulle spese di investimento per progetti qualificati dela durata di 10 o 15 anni. Il Jobs Credit invece consiste in un rimborso fino al 3% sulle buste paga degli impiegati che hanno i requisiti richiesti. Diversi sono i servizi rivolti al training degli impiegati in Alabama al fine di incentivare la riqualificazione e lo sviluppo della forza lavoro.



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in Michigan

Le industrie del Michigan maggiormente coinvolte in FDI risultano essere quella manufatturiera (60%) ed il commercio all’ingrosso(20%). All’incirca 180 mila persone lavorano per società straniere che hanno effettuato investimenti in Michigan, un dato che sottolinea come investimenti diretti esteri contribuiscono positivamente allo sviluppo dello stato stesso. Gli incentivi riguardano principalmente la riqualificazione di aree sottosviluppate, che sono a tal proposito esentasse. Si tratta di ben 30 aree esenti da:

  • Tassa di attività commerciale (Single Business Tax)
  • Imposte sul reddito personale
  • Imposte sui beni immobili

Gli investimenti in zone di riqualificazione hanno una durata di circa 10-15 anni; e per potere beneficiare di questi agevolazioni fiscali è necessario essere proprietari di una terreno nella zona.
Ulteriori sgravi fiscali, oltre a quelli che riguardano le zone di riqualificazione, sono:

  • L’abbattimento dell’imposta sulla proprietà industriale (c.d. “ Industrial Property Tax Abatements”). Le riduzioni fiscali sono del 50% per i nuovi immobili, e del 100% per gli edifici già esistenti.
  • Sgravi fiscali per il settore Hi-Tech’’. L’esenzione fiscale può raggiungere anche il 100%, fintantochè il 25% dell’investimento totale sia destinato alla Ricerca e Sviluppo.



Produrre in America - Gli Incentivi all'investimento in New Jersey

New JerseyLa posizione strategica del New Jersey ha da sempre attirato numerose aziende internazionali. Infatti, la presenza di due aeroporti e porti alle estremità dello Stato, Port Authority of New York e New Jersey, il terzo porto per traffico nel Nord America, insieme alla vicinanza strategica a New York fanno di questo stato una calamita per investimenti esteri. Nel 2014 il bilancio dei lavoratori impiegati dalle aziende straniere in New Jersey era a quota 244 800. Diversi sono gli incentivi offerti dallo stato a supporto dello stabilimento di impianti per produrre sul suolo statale.

Grow NJ Assistance Program assegna detrazioni fiscali nell’ordine dei $500 - $5000 per posto di lavoro all’anno, alle aziende che creano posti lavoro in determinate aree del New Jersey. Esistono inoltre diversi programmi che offrono forme di finanziamento attraverso Bond Financing o prestito diretto a lungo termine per aziende di produzione che posseggono i requisiti richiesti.

Infine, sono disponibili diverse esenzioni fiscali sul consumo di elettricità e gas naturale per impianti produttivi. Per esempio gli stabilimenti di produzione classificati come Urban Enterprise Zone (UEZ) che impiegano almeno 250 impiegati full-time, di cui il 50% almeno lavora nel processo produttivo, possono usufruire di tali vantaggi fiscali.

« indietro ]