+39 0541-709073

Commercio al dettaglio negli USA: Come cambia il ruolo dei negozi in America

I dettaglianti USA adesso sfruttano le caratteristiche dello Smartphone per attirare i consumatori americani nei negozi e vendere




Nuovi modelli di decisione e di acquisto in America


 

In America i negozi al dettaglio continueranno ad esistere ma lo Smartphone sarà sempre più decisivo nell'influenzare le decisioni di acquisto sul punto vendita

Adattarsi ai nuovi modelli decisionali dei consumatori e ai nuovi modelli di acquisto è la strategia vincente dei negozi e punti vendita americani

Secondo un sondaggio pubblicato da RetailMeNot non è vero che i consumatori americani non visitano più i punti vendita fisici in America. Anzi, le nuove generazioni, i Millennials e la Gen Z sembra che siano i consumatori che più di altri visitano i punti di vendita fisici.

In media, l'85% dei consumatori americani continua a fare acquisti regolarmente e vistare negozi fisici, ma usa lo Smartphone come strumento per prendere decisioni di acquisto sul punto vendita. Le persone visitano fino a tre negozi alla settimana, con un aumento fino a quattro negozi alla settimana tra gli acquirenti millenari e 5,25 tra la Generazione Z.


 

La frequenza delle visite ai negozi in America sta ricomniciando ad aumentare

Ma è cambiata la modalità e la funzione della visita al negozio e le decisioni sono guidate dallo Smartphone

Il 63% dei consumatori usa lo Smartphone mentre fanno acquisti nel negozio per confrontare i prezzi, cercare offerte e coupon, controllare l'inventario, tra le altre cose.

Il 69% degli acquirenti in negozio preferisce controllare la recensione di un prodotto sul proprio telefono invece di chiedere ad un commesso del negozio e il 53% usa lo Smartphone per trovare offerte anziché chiedere ad un commesso informazioni sulle promozioni, sconti e saldi.

È evidente lo sforzo dei consumatori americani per fondere le loro attività di acquisto online e offline per massimizzare convenienza ed risparmio.


 

Come cambia la strategia del commercio al dettaglio negli USA: adattare il punto vendita fisico ai processi di decisione e acquisti da Smartphone

Il negozio fisico deve diventare il punto in cui si fondono le esperienze di shopping online e di acquisto

Fino a poco tempo fa il rapporto tra acquisti online ed acquisti sul punto vendita fisico era di tipo antagonistico con i dettaglianti che cercavano di ostacolare gli acquisti online e l'uso dello Smartphone nel punto vendita. Era come cercare di fermare la marea perchè la tendenza dei consumatori americani andava esattamente in senso contrario.

Ed ecco quindi che in America la strategia del commercio al dettaglio è cambiata e adesso lo sforzo è quello di creare punti vendita mobile-friendly che attirano il consumatore e che offrono un ambiante dove l'uso dello Smartphone è incentivato ed è funzionale a trattenere il consumatore nel punto vendita ed indurlo ad acquistare: non solo ad acquistare dal negozio, ma anche online sul sito mobile del negozio stesso. Via Smartphone o nel negozio una vendita è pur sempre una vendita ed i due canali in America [mobile via Smartphone e acquisto fisico nel punto vendita] si stanno fondendo e uno supporta l'altro per riuscire a vendere.

Nel frattempo, il 49% dei dettaglianti ha dichiarato che l'esperienza mobile in-store dei clienti è una delle principali priorità per attirare i clienti all'interno dei punti vendita ed il 66% dei dettaglianti in America offre già funzionalità di punto vendita per Smartphone all'interno dei propri negozi fisici.

"Il dispositivo mobile è il compagno di shopping in-store numero uno e rappresenta un'opportunità di marketing per i dettaglianti con l'obiettivo di incentivare le vendite e fondere i processi di acquisto online e tradizionali", ha dichiarato Marissa Tarleton, CEO di RetailMeNot.


 

Altre statistiche sul commercio mobile negli Stati Uniti: