+39 0541-709073

Perché le aziende italiane negli Stati Uniti devono considerare i Boomers americani per il successo del loro business

Le società italiane negli USA hanno un’opinione inadeguata degli over-60 e del loro ruolo di consumatori americani

In realtà, negli Stati Uniti i Boomers usano gli strumenti digitali più di quanto le aziende pensino

Spesso, per ridere, si usa uno stereotipo pigro: in una scena c’è un genitore confuso che cerca di capire come accendere un computer. In realtà questo cliché è tanto sbagliato quanto obsoleto.

Prendiamo come esempio questa affermazione:

Amo YouTube. Sono un fanatico di YouTube. Quando mi alzo la mattina vado subito su YouTube”.

Tutto questo entusiasmo non viene da un Gen Z americano. In realtà l’ha detto un signore di 64 anni!

L’86% degli over-55 in America che usano Internet trascorre almeno 6 ore al giorno online e possiede in media 5 dispositivi

I Boomers americani vanno online per coltivare le relazioni, per gestire i risparmi e per migliorare la propria salute

Gli esperti di brand marketing sono al corrente del potere di acquisto dei Boomers ($548,1 miliardi). Inoltre, i membri più anziani della Gen X stanno per raggiungere i 55 anni. Ciò significa che gli americani con risparmi e con una condizione economica favorevole possono ancora avere un ruolo rilevante nell’andamento finanziario delle aziende che operano negli Stati Uniti, soprattutto quelle nel settore sanitario.

Eppure è facile per un’industria ossessionata dai consumatori giovani ripiegare sugli stereotipi demografici o presumere che gli over-55 in America non si siano evoluti. Nulla di più falso: secondo il Pew Research Center

  1. L’80% degli americani over-55 è online
  2. I sessantacinquenni di oggi hanno trascorso gran parte della loro vita adulta sperimentando in prima persona i progressi della tecnologia (avevano solo 36 anni quando il primo browser è stato introdotto nel 1992 e 42 quando è nato Google nel 1998).

Scavando a fondo nelle loro abitudini digitali è emerso che la maggior parte degli adulti americani che utilizzano Internet (l’86%) sono appassionati che trascorrono almeno sei ore al giorno online e possiedono una media di cinque dispositivi. Questi Boomer vengono chiamati anziani digitali o Digital Seniors e sono consumatori sofisticati e coinvolti: 8 su 10 hanno proseguito gli studi dopo il liceo e l’82% usa lo smartphone ogni giorno. Non saranno dei Gen Z ma le differenze in un certo senso sono sottili, vero?

Del resto, per molti di questi seniors usare Internet e aggiornarsi regolarmente è un imperativo. Le piattaforme digitali svolgono infatti un ruolo importante per le loro vite:

Le aziende italiane che vogliono esportare o vendere negli Stati Uniti devono investire nella comunicazione su YouTube per conquistare i consumatori americani over-55

Anche se i brand cercano più spesso l’attenzione di Millennials e Gen Z americani il pubblico dei Boomers è ancora significativo per dimensioni e potere d’acquisto negli USA

Il lockdown e il distanziamento sociale hanno avuto un impatto diretto sul ruolo che la tecnologia svolge oggi nella salute e nel benessere della popolazione adulta d’America. Youtube è stato uno strumento importante per chi doveva sottoporsi a degli interventi chirurgici e cercava esercizi per prepararsi all’operazione o per coloro che cercavano alternative alla palestra, così come lo sono stati i motori di ricerca per tutti gli utenti degli Stati Uniti che avevano bisogno di soluzioni alternative ai loro problemi di salute e che hanno scoperto nuovi medicinali grazie alle pubblicità display.

Le aziende negli USA che si sono sempre affidate alla televisione per raggiungere i Boomers stanno cambiando strategia. Il coinvolgimento digitale dei Boomers americani sta andando a scapito del tempo che gli over-55 trascorrevano concentrati sulla TV tradizionale. EMarketer stima che tutti i Baby Boomers guarderanno la TV il 5,7% in meno quest’anno rispetto al 2020 (percentuale destinata a salire), mentre Comscore riporta che il tempo trascorso a guardare i video di YouTube tra gli over-55 è cresciuto del 10% da maggio 2020 a maggio 2021.

Dato che la consapevolezza digitale di questa fascia demografica non farà che aumentare ecco tre modi per iniziare a targetizzare i Boomers americani.

  1. Le aziende che operano sul mercato degli Stati Uniti devono comprendere il consumatore attraverso dati e approfondimenti, non ipotesi o intuizioni azzardate;
  2. Per stabilire una connessione, creare consapevolezza e considerazione bisogna creare occasioni di incontro con il pubblico negli spazi che frequenta. Negli USA Youtube svolge un ruolo cruciale nella vita dei consumatori meno giovani, quindi è lì che devono essere indirizzati i maggiori investimenti;
  3. Le aziende italiane in America devono dare la priorità ai segmenti di pubblico strategici piuttosto che a quelli generici. Su YouTube sono disponibili molti indicatori di intenzione per aiutare i brand a raggiungere i consumatori americani più preziosi su larga scala.

[Fonte: ThinkwithGoogle]

Articoli correlati

Analisi dei consumatori Americani
I trend di mercato negli Stati Uniti

Analisi dei segmenti demografici in cui si articolano i consumatori americani

Le basi teoriche per sviluppare un Piano di Marketing efficace per il mercato Americano

vedi
Ricerche di Mercato
Servizi per l'export

Ricerche di Mercato

ExportUSA offre un servizio di ricerca di mercato e posizionamento di prodotto molto concreto. Sfruttiamo la nostra esperienza e i contatti diretti con importatori, distributori, rappresentanti in innumerevoli settori negli Stati Uniti

vedi
Aprire una società in USA
Servizi per l'export

Aprire una società in USA

ExportUSA apre società di diritto statunitense in tutti gli stati dell'America. Possiamo aprire sia LLC che Corporation

vedi