+39 0541-709073

Ripartono le vendite di moda e abbigliamento in America dopo il COVID

È un buon momento per le società italiane che vogliono vendere abbigliamento in America

Conviene sempre di più aprire una società negli Stati Uniti per esportare capi di abbigliamento wear-to-work Il boom dell’abbigliamento per il ritorno al lavoro è in corso negli USA

La duplice attività di acquisto di capi estivi e abbigliamento da ufficio tradizionale – fenomeno che si verifica per la prima volta oggi dopo più di un anno – sta finalmente cominciando a essere quantificabile in dati reali oltre che in messaggi di esaurimento scorte sui siti web dei rivenditori.

Come afferma l’ultimo rapporto di ricerca di Michelle Meyer, capo economista statunitense della Bank of America, vi è stata una svolta non indifferente nel tasso di crescita delle vendite di negozi di abbigliamento e grandi magazzini relativamente negli Stati Uniti (I dati sonoi quelli relativi alle transazioni con carte di credito e debito).

Il tasso di crescita delle vendite di abbigliamento nei negozi fisici è aumentato di 13 punti percentuali al 36%, mentre per quanto riguarda i grandi magazzini il tasso di crescita a due anni è salito di 25 punti percentuali al 16%.

Con ogni probabilità, i consumatori americani stanno revisionando i loro guardaroba in base ad altre “chicche” acquistate negli ultimi tempi: che si tratti di rumore statistico o un’indicazione del fatto che le persone stanno riprendendo la loro vita di sempre, abbiamo a che fare con dati importanti che segnalano un trend per il mercato della moda da tenere d’occhio.

Questa settimana è stato evidenziato uno scenario di domanda generalmente favorevole per moda e abbigliamento grazie al rinnovato potere di acquisto dei consumatori americani: per quanto riguarda le calzature, Shoe Carnival ha registrato vendite migliori del previsto nel mese di Giugno mentre secondo Yahoo Finance gli investimenti in azioni di aziende del settore wear-to-work come Macy’s e Dillard’s sono aumentati rispettivamente del 6% e del 35% nell’ultimo mese.


 

Per avere successo sul mercato americano, le aziende della moda devono preparare delle collezioni adatte ai consumatori americani

Il mercato è ricco di opportunità per le aziende che vogliono esportare capi di moda e abbigliamento in genere negli USA ma serve prepararsi per tempo e nel modo giusto

La voglia dei consumatori di acquistare nuovi capi di abbigliamento persisterà nella stagione autunnale cominciando da fine agosto con il ritorno a scuola. Diverse aziende si aspettano una stagione di vendite brillante per via del ritorno a tempistiche e a modalità prepandemiche. Oltre al ritorno alla vita della prepandemia, il supporto finanziario offerto dal governo americano ai suoi cittadini ha sostenuto la capacità di spesa dei consumatori, ulteriormente accresciuta anche da mesi di risparmio forzato durante il lockdown da COVID.

Insomma: Questo è un momento unico per chi vuole esportare abbigliamento negli Stati Uniti ma serve prepararsi. Le aziende italiane devono imparare a ragionare in termini di segmentazione e posizionamento. Non si può, ad esempio, creare una collezione di moda nel vuoto, disegnarla così.. solo perchè è bella o perchè piace allo stilista. Bisogna pensare in termini di segmento e posizionamento di mercato:

Sono questi i segreti per avere successo nel settore moda e abbigliamento del mercato Americano.

Articoli correlati

Branding
Servizi per l'export

Branding

Servizi di Branding per il mercato americano: ExportUSA adatta, o {ri} adatta il vostro prodotto e lo prepara per il mercato americano

Aprire una società in USA
Servizi per l'export

Aprire una società in USA

ExportUSA apre società di diritto statunitense in tutti gli stati dell'America. Possiamo aprire sia LLC che Corporation

Come disegnare una collezione di moda per gli Stati Uniti
I trend della distribuzione sul mercato Americano

Vendere una collezione di moda sul mercato Americano

Intervista con Emanuel Fresko, rappresentante di diversi marchi di moda negli Stati Uniti e da sempre nella moda a New York