13/05/2019

Dichiarazione FATCA / FBAR per i residenti fiscali americani che hanno conti correnti all'estero il cui saldo combinato è di $10.000

Form 114 FBAR

Obbligo di dichiarare in America i conti correnti detenuti in Italia [normativa FATCA - Foreign Account Tax Compliance] con la dichiarazione FBAR [foreign bank account report]

È fatto obbligo ai residenti fiscali americani di dichiarare la titolarità di conti correnti esteri nei casi in cui il saldo globale dei conti sia pari o superiore ai $10.000




Chi deve fare la dichiarazione FATCA / FBAR ?



I cittadini italiani che hanno ottenuto la Green Card devono dichiarare i conti correnti detenuti in Italia perchè con la Green Card si diventa immediatamente residenti fiscali americani

La dichiarazione FATCA / FBAR è una dichiarazione informativa che NON dà luogo al pagamento di ulteriori tasse negli Stati Uniti

Tutte le informazioni sulla dichiarazione FATCA - FBAR per i conti detenuti all’estero

  • Chi deve fare fare la dichiarazione FBAR? Residenti fiscali statunitensi con conti correnti esteri con saldo combinato di almeno $10.000 per anche un solo giorno;
  • Entro quando va presentato il Form 114 FBAR? La dichiarazione FBAR va fatta entro il 15 Aprile di ogni anno [possibile la proroga al 15 Ottobre]

Contattateci se dovete fare la dichiarazione FATCA -  FBAR [Form 114] relativa ai conti correnti detenuti all'estero


Dal 2015 per un accordo tra Stati Uniti e Italia [FATCA] alle banche italiane e' imposto di operare una due diligence nei confronti di tutti i propri correntisti che abbiamo quelli che in gergo vengono chiamati "US INDICIA" e, cioè, elementi che possano mettere in relazione la persona con gli Stati Uniti dal punto di vista fiscale o di immigration.

Ad esempio persone che siano nate in America, oppure persone che possano essere considerate residenti fiscali americani ["US Tax Person"] tra cui appunto gli italiani che hanno ottenuto la Greeen Card.

I correntisti sono chiamati a fornire alla banca italiana una autocertificazione circa la loro residenza fiscale in USA.

FATCA FBARSe il correntista rifiuta di firmare l'autodichiarazione la banca ha discrezione di chiudere il conto corrente e di fare segnalazione all’Agenzia delle Entrate segnalando il correntista come residente fiscale negli Stati Uniti se ci sono appunto indizi in questo senso. A sua volta, l’Agenzia delle Entrate trasmette la comunicazione all'IRS, il fisco americano.

In questi casa scatta la verifica da parte dell’IRS. Se si scopre la mancata dichiarazione dei redditi in America e la mancata dichiarazione della titolarità di conti correnti all’estero [dove "estero" in questa fattispecie significa "al di fuori degli Stati Uniti"] scattano penali e sanzioni.

Quello che vogliamo evidenziare, è che ora l'IRS riceve agilmente dalle banche italiane e dalla Agenzia delle Entrate dati ed informazioni circa i cittadini italiani, residenti in Italia, che hanno però anche residenza fiscale negli Stati Uniti per un motivo o per l’altro. Il fisco americano sta così recuperando tasse evase, anche inconsapevolmente, da chi non è aggiornato sulla normativa fiscale americana.

La situazione, paradossalmente, coinvolge anche cittadini americani espatriati che non sanno di dover presentare la dichiarazione dei redditi in America anche se sono residenti all’estero.



L'obbligo della dichiarazione dei conti correnti colpisce anche i cittadini italiani che hanno ottenuto la Green Card

Dichiarazione FATCA - FBAR per i conti correnti esteri

Al di là del ruolo attivo delle banche italiane che chiedono l’autodichiarazione sulla residenza fiscale alle persone che possono avere residenza fiscale negli Stati Uniti, esiste l’obbligo di dichiarazione al Dipartimento del Tesoro americano delle informazioni relative ai conti bancari detenuti all’estero da parte di residenti fiscali americani [dove per "estero" in questo caso si intende i conti correnti detenuti al di fuori dagli Stati Uniti]

La dichiarazione, nota in gergo come "dichiarazione FBAR", si esegue completando ed inviando il Form 114 FBAR ed è prevista dalla più ampia normativa FATCA.



Form 8938: la dichiarazione dei conti correnti esteri anche per chi non è un residente fiscale americano ma che si trova nella situazione di dover fare la dicghiarazione dei redditi in America

Oltre alla dichiarazione FBAR / FATCA [gestita dal Department of Treasury] esiste l'obbligo di un'altra dichiarazione [questa volta con l'IRS - il fisco americano] quando il il saldo dei conti ha raggiunto i $50.000 in corso d'anno

Attenzione a non confondere la dichiarazione FBAR / FATCA con quella prevista dal IRS Form 8938. Anche in questo caso si tratta di una dichiarazione infomativa che non dà luogo a tassazione in America. A differenza dell'FBAR, questa è gestita dal fisco americano attraverso appunto il Form 8938 da allegare alla dichiarazione dei redditi americana di fine anno.

Altra differenza sostanziale: mentre la normativa sulla dichiarazione FATCA è un obbligo per i residenti fiscali americani, il Form 8938 è sempre obbligatorio per i cittadini italiani che per un motivo o per l'altro sono chiamati a fare la dichiarazione dei redditi in America. Naturalmente il Form 8938 è dovuto solo quando il saldo combinato dei conti correnti detenuti in Italia raggiunge almeno $50.000 anche per un solo giorno.

« indietro ]