+39 0541-709073

Le vendite di robot industriali negli Stati Uniti d’America stanno aumentando a seguito della ripresa dell’economia americana e delle vendite di automobili. L’importazione di robot rappresenta oltre il 50% delle vendite di robotica industriale negli Stati Uniti. Il settore dell'automazione industriale in America è dominato da tedeschi giapponesi e svizzeri

La tendenza del settore della robotica in America è quella di orientare nuovamente la produzione verso robot industriali di costo ridotto e di guardare a nuove applicazioni e settori industriali dove i margini di aumento per la vendita di robot sono maggiori, ad esempio nell’industria delle preparazioni alimentari e nella logistica

Vendere robot industriali negli USA

 

Il Mercato della Robotica e dell' Automazione Industriale negli Stati Uniti d’America: le importazioni coprono oltre il 50% delle vendite USA

La robotica / automazione industriale in America è un settore fortemente competitivo dominato dai produttori di robot industriali tedeschi e giapponesi. Gli sviluppi del mercato potrebbero aprire le porte anche alle medie aziende italiane produttrici di robotica per esportare in America.


 

Il mercato mondiale della robotica e dell'automazione industriale

Il valore delle vendite globali di robot industriali è stato di $ 16,5 miliardi nel 2018. L'IFR ha dichiarato che 422.000 robot sono stati spediti a livello globale nel 2018, con un incremento del 6% rispetto alle spedizioni del 2017. Tuttavia, il gruppo ha affermato che le spedizioni nel 2019 retrocederanno dai livelli record nel 2018, ma si aspetta anche una crescita media del 12% all'anno dal 2020 al 2022 Quasi l'80% delle installazioni di robot industriali nell'industria automobilistica ha avuto luogo in cinque mercati chiave:
 

Cina (39.351 unità)
Giappone (17.364 unità)
Germania (15.673 unità)
Stati Uniti (15.246 unità)
Repubblica di Corea (11.034 unità)
 

Europa e Asia, con una quota di mercato di circa il 45% ciascuno, sono i principali produttori della categoria di robotica sul campo.


 

Il mercato della robotica industriale: vendite di robot nei Stati Uniti d’America

La vendita di robot industriali in America, come d’altronde ovunque nel mondo, è legata ai livelli di attività industriale. La crescita del PIL negli Stati Uniti è stata altalenante tra il 2012 e il 2014 passando dal 2.8% al 1.6% arrivando poi al 2.4%. Con l'arrivo dell'Amministrazione Trump la crescita è rimasta solida e l'economia americna e' cresciuta del 2.1% nel 2019. Il tasso di disoccupazione è al livello storico piu basso del 3.5%, mentre l'inflazione è rimasta sotto il 2%. È questo un segno della forza dell’economia americana che infatti, come vedremo, si riflette su una crescita della vendita di robot in America.

Il mercato USA tra il 2010 e il 2014: La ripresa el settore automobilistico
Crescita del mercato automobilistico negli Stati Uniti: il settore automobilistico, anche in America, è il principale cliente di robot industriali. Dopo il brusco calo dovuto alla crisi economica del 2009, che ha ridotto le vendite di robot del 40%, il mercato automobilistico americano è in piena ripresa; in particolare tra il 2011 e il 2012 la crescita delle vendite è stata del 33.1%, mentre tra il 2012 e il 2013 dell’8.3%

La ripresa del mercato dell’auto in America si è riflessa sulla domanda di Robot Industriali: nel 2013 la domanda statunitense di Robot Industriali ha rappresentato il 13.22% della domanda globale. Sebbene la domanda assoluta sia cresciuta rispetto al 2012, la quota relativa al mercato mondiale è diminuita rispetto al 14,06% del 2012 a causa dei massicci acquisti della Cina. Secondo i dati RIA, nel 2014 le vendite di robot industriali negli Stati Uniti hanno raggiunto le 27685 unità, per un valore di $1.6 miliardi.
 

Il mercato USA nel 2018: L'anno dei record per le vendite di automazione industriale
Negli Stati Uniti le installazioni di robot sono aumentate per l'ottavo anno consecutivo. “Dal 2010, il motore della crescita in tutte le industrie manifatturiere negli Stati Uniti è stata la tendenza in corso di automatizzare la produzione al fine di rafforzare le industrie statunitensi sia sul mercato nazionale che su quello globale", afferma il rapporto World Robotics. In termini di installazioni annuali, gli Stati Uniti sono passati alla terza posizione.
 

Il 2018 è stato un anno di vendite record per la vendita di robot in America, soprattutto nei settori non legati all'automotive. Le statistiche della Robotic Industries Association (RIA), parte dell'Associazione per l'avanzamento dell'automazione (A3), mostrano che 35.880 unità sono state spedite nel 2018, con un aumento del 7% rispetto al 2017, con 16.702 spedizioni a società non automobilistiche, con un aumento del 41%. Notevole crescita è arrivata in settori come cibo e beni di consumo (48 percento), plastica e gomma (37 percento), scienze della vita (31 percento) ed elettronica (22 percento)
 

Nel frattempo, le spedizioni verso l'industria automobilistica hanno subito un rallentamento, con solo 19.178 unità spedite ai clienti OEM OEM del Nord America e fornitori di livelli nel 2018. Questo era del 12 percento inferiore rispetto alle 21.732 unità spedite nel 2017. Nel complesso, l'industria automobilistica rappresentava solo il 53 percento di spedizioni totali di robot in Nord America nel 2018, la percentuale percentuale più bassa dal 2010.
 

Da notare che tra le principali nazioni industriali, gli Stati Uniti sono stati quelli che più di altri hanno aumentato le vendite e le importazioni di robot industriali. Il fenomeno alla base degli acquisti di robotica dell’America è dovuto alla già citata ripresa dell’economia che è ormai saldamente fuori dalla recessione, ma anche al cosiddetto “re-shoring” ovvero al ritorno negli Stati Uniti di produzioni che prima erano state spostate in Cina o in altri paesi a basso costo.

 


Applicazioni di automazione industriale negli Stati Uniti

In America, secondo i dati RIA, il peso di Automotive Components e Automotive OEM nella domanda di Robot Industriali si è progressivamente ridotta nel tempo; in particolare, nel 2018 la quota è diminuita del 56% rispetto al 2005. Al contrario, altri settori dell’industria in America hanno aumentato i loro acquisti di robot, tra questi spiccano l’industria della preparazione alimentare, l’industria della lavorazione dei metalli, e le industrie farmaceutiche e biochimiche. La cosiddetta “robot density” del settore automobilistico negli Stati Uniti rimane pur sempre 10 volte maggiore rispetto a quella degli altri settori industriali americani (1091 contro 76).

I principali tipi di attività svolti dai robot industriali nel processo produttivo in America: nel 2019 l’applicazione più diffusa per i robot industriali è stata la movimentazione e lo spostamento di materiali (49%), seguita dai diversi tipi di saldatura, rispettivamente a punti (21%) e ad arco (14%). Al quarto posto troviamo l’attività di assemblaggio e quella delle lavorazioni meccaniche. Interessante notare l’aumento dell’uso dei robot in America per operazioni di logistica e magazzinaggio.


 

Tendenze del mercato americano dell'automazione industriale e della robotica

Una nuova tendenza nel settore della robotica è dato dal crescente l'interesse verso i robot industriali destinati alle piccole e medie imprese. Si tratta di robot industriali dal costo ridotto, di soluzioni di robotica low cost rispetto alla produzione classica di robot dei principali produttori. Un esempio è rappresentato dal robot Baxter sviluppato da Rethink Robots, che, al prezzo di $22000, costa circa la metà di un normale robot di produzione ABB ad esempio.

Un'altra tendenza del mercato americano della robotica è la crescita del segmento dei robot per  servizi professionali per i quali, dopo la logistica, la più grande categoria applicativa e' rappresentata dai sistemi di ispezione e manutenzione. Seguono i robot per le applicazioni in campo medicale.

In futuro, si prevede lo sviluppo di robot del tipo "Exoskeleton" le cui vendite sono ancora modeste ma dove le applicazioni sono molto promettenti. Per l'exoscheleton non dimentichiamo le applicazioni di tipo militare. 


 

La strategia vincente per le aziende italiane produttori che vogliono vendere robot industriali negli Stati Uniti d’America

Il mercato americano dell'automazione industriale è  fortemente dipendente dalle importazioni. Le aziende possono fare molto bene

La maggior parte dei robot industriali prodotti in America viene venduta in America. Le importazioni di robot negli USA sono quasi il 60% del totale delle vendite. Negli Stati Uniti la maggior parte della domanda di Robot Industriali è soddisfatta da produttori stranieri che producono direttamente negli Stati Uniti con propri impianti o che fanno ricorso alle importazioni. 
 

Produzione di robot negli USA: la maggioranza degli impianti di produzione di robot industriali negli Stati Uniti è detenuta da imprese Europee e Giapponesi che hanno investito negli Stati Uniti per assicurarsi la vicinanza geografica ai clienti nel settore automotive. Giappone: Fanuc, Kawasaki, Yaskawa-Motoman. Germania: Kuka. Svizzera: ABB, Staübli.
 

Una strategia vincente può essere quella di sviluppare robot per servire i settori dell’industria americana di nuova applicazione alla robotica quali l’industria delle preparazioni alimentari, l’industria delle lavorazioni dei metalli e quella farmaceutica.  Una seconda strategia è quella di dedicare risorse allo sviluppo di robot a basso costo per servire le piccole e medie imprese degli Stati Uniti che si stanno aprendo ora alle applicazioni di robotica industriale.

Articoli correlati

Ricerca Distributori di Macchinari Industriali
Servizi per l'export

Ricerca Distributori di Macchinari Industriali

ExportUSA ha creato un programma per la ricerca di distributori nel settore della meccanica, impiantistica, macchinari e beni industriali