22/02/2020

Investimenti immobiliari in America: il trattamento fiscale delle plusvalenze

Investire negli USA


Investire negli USA: Come sono tassate le plusvalenze negli Stati Uniti?

La tassazione delle plusvalenze in America ["capital gain" secondo l'IRS] è molto diversa da quella italiana



Come calcolare il Capital Gain per investimenti negli Stati Uniti


Le plusvalenze derivano dalla vendita di attività finanziarie o reali e sono quindi tipiche delle attività di investimento. Il loro trattamento fiscale è diverso a secondo che si tratti di plusvalenze di lungo periodo ["long term capital gain"] o di breve periodo ["short term capital gain"]

La tassazione delle plusvalenze negli Stati Uniti, oltre che dall'orizzonte temporale, è influenzata anche dalla natura del percettore: ovvero plusvalenza realizzate da una una società oppure da un soggetto fiscale persona fisica

Qual è l'aliquota con cui sono tassate le plusvalenze in America? Ci sono diverse casistiche a secondo, appunto, che si tratti di plusvalenze legate a investimenti di breve o di lungo periodo e a secondo che l'investimento da cui deriva la plusvalenza sia realizzato da una Corporation o da una persona fisica. Ricordiamo che una plusvalenza, anche negli USA, si realizza quando vendo un bene o un asset ad un prezzo maggiore di quello a cui l'ho comprato. La differenza tra il prezzo di acquisto ed il prezzo di vendita è la plusvalenza.

Ecco uno specchietto riassuntivo del trattamento fiscale delle plusvalenze secondo quanto previsto dall'IRC [Internal Revenue Code] americano:

  • Plusvalenza per investimenti di breve periodo realizzata da una corporation
    Le plusvalenze di breve periodo sono quelle in cui il bene, l'asset, che ha dato origine alla plusvalenza è stato comprato e poi venduto nell'arco di un anno. In questo caso la tassazione avviene alla stessa aliquota con cui sono tassati i redditi delle corporation ovvero il 21%
  • Plusvalenza per investimenti di lungo periodo realizzata da una corporation
    Anche in questo caso le plusvalenze sono tassate al 21%
  • Plusvalenza per investimenti di breve periodo realizzata da una persona fisica
    In questo caso le plusvalenze sono tassate all'aliquota ordinaria con cui sono tassati i redditi delle persone fisiche in America [aliquote che cambiano a secondo che il contribuente faccia la dichiarazione dei redditi come singolo - filing single - oppure assieme al coniuge - married filing jointly] 
  • Plusvalenza per investimenti di lungo periodo realizzata da una persona fisica
    Quando il bene che ha dato origine alla plusvalenza è stato tenuto in portafoglio per oltre un anno, allora le plusvalenze sono possono essere tassate con tre diverse aliquote:

    - 0% per redditi imponibili annui inferiori a $39,375 [filing single]
    - 15% per redditi tassabili annui compresi tra $39,376 e $434,550
    - 20% nel caso di un reddito imponibile annuo superiore a $434,550

    Da notare che la tassazione delle plusvalenze appena descritta è soggetta a tassazione separata.

Per redditi ancora superiori, oltre alla tassazione secondo le aliquote appena citate, è dovuta anche la Net Investment Income Tax (NIIT) pari al 3.8% in tutti quei casi in cui il bene o l'asset che dà origine alla plusvalenza è di tipo meramente passivo [royalties, beni immobili destinati ad essere affittati, quote in partnership o LLC etc.]

Come calcolare il Capital Gain: informazioni dal sito dell'IRS



Come sono tassati i dividendi in America

La tassazione dei dividendi, il concetto di "Qualified Dividend" ed il rapporto con le plusvalenze

Al pari delle plusvalenze per investimenti su titoli azionari, anche i dividendi sono tassati negli Stati Uniti con aliquote dello 0%, 15% e 20% se rientrano nella definizione di "Qualified Dividend" ovvero di dividendi che derivano da investimenti azionari tenuti in portafoglio per oltre un anno [e le cui eventuali plusvalenze quindi si configurano come Long Term Capital Gain]

Dividendi e Capital Gain negli USA



Esempio di calcolo delle tasse sulle plusvalenze per un investimento in America

Il caso di un contribuente persona fisica che acquista e poi rivende delle azioni in America

Supponiamo che abbiate acquistato azioni per un totale di $5,000 il primo Gennaio 2018.

Se rivendete le azioni in Maggio a $5,500 avete realizzato una plusvalenza di breve periodo di $500. Se il vostro reddito imponibile per il 2018 è stato di $70,000, rientrate nello scaglione di tassazione sui redditi personali che sconta una aliquota del 22% e quindi pagherete le tasse sulla plusvalenza realizzata saranno pari a $500 x 22% = $110.

Se invece rivendete le azioni dopo il primo Gennaio 2019, realizzate una plusvalenza di lungo periodo, soggetta a tassazione separata con aliquota del 15% che si traduce in $75 [invece di $110 come nel caso precedente]



Come calcolare la tassazione sulle plusvalenze nel caso vengano realizzate anche delle minusvalenze

La tassazione dei capital gain in America considera sia le plusvalenze che le minusvalenze

Le plusvalenze non sono tassate in maniera asettica. Per il calcolo delle tasse dovute vanno considerate anche eventuali minusvalenze realizzate durante l'anno fiscale in parola.

Se nella vendita di alcune azioni ho realizzato una plusvalenza di, mettiamo, $1,000 mentre ho realizzato una minusvalenza di $200 sulla vendita di altre azioni, allora dovrò pagare tasse su una plusvalenza di $1,000 - $200 = $800. In pratica, prima di calcolare le tasse sulle plusvalenze realizzate devo sottrarre le minusvalenze.



Tassazione delle plusvalenze derivanti da investimenti immobiliari in America

La tassazione dipende da svariati fattori tra cui anche lo status fiscale del soggetto passivo di imposta: US Tax Resident oppure Non US Tax Resident 

  • Proprietà immobiliari utilizzate dal proprietario come prima residenza per almeno due degli ultimi cinque anni
    È il caso ad esempio di molti di coloro per i quali ExportUSA chiede un visto E2 da investitore, che ottengono un trasferimento per lavoro negli Stati Uniti e che comprano una casa in America.

    In questo caso è concessa una deduzione forfettaria di $250,000 [nel caso di single filer] e di $500,000 [married filing jointly] dalla plusvalenza eventualmente realizzata con la vendita della casa. Se ad esempio realizzo una plusvalenza di $400,000 [e faccio la dichiarazione dei redditi in America assieme al coniuge] allora non dovrò pagare tasse sulla plusvalenza realizzata perchè i primi $500,000 della plusvalenza sono esenti da tassazione.

    Questo sempre che non abbia goduto dello stesso tipo di esenzione nei due anni precedenti alla vendita della casa.
  • Investimento in proprietà immobilari in America da parte di soggetti fiscali esteri [ovvero Non US Tax Resident]: FIRPTA Foreign Investment in Real Property Tax Act del 1980
    Una withholding tax [ritenuta alla fonte] del 15% è dovuta a livello federale quando viene liquidato un investimento immobiliare di proprietà di un non residente americano. Il nome di questa ritenuta alla fonte è "FIRPTA" ed è calcolata sulla plusvalenza realizzata con la vendita. Il recupero di quanto pagato a titolo di FIRPTA avviene in sede di dichiarazione dei redditi in America oppure in sede di dichiarazione dei redditi in Italia con il meccanismo del credito d'imposta.
  • La regola del "Recapture" per gli ammortamenti relativi ad investimenti immobiliari in America
    Durante la vista del vostro ammortamento immobiliare in America ogni anno avrete dedotto gli ammortamenti e questo, unitamente alle altre spese sostenute relativamente all'investimento effettuato, avrà fatto si che molto probabilmente non avrete mai dovuto mai pagare tasse in America. All'atto della liquidazione dell'investimento e della vendita dell'immobile però parte della plusvalenza realizzata con la vendita sarà soggetta alla cosiddetta "recapture rule".

    Questa regola tassa con aliquota ordinaria una parte della plusvalenza realizzata e nel caso abbiate conseguito altri redditi in America, questo potrebbe aumentare il carico fiscale totale gravante sulla plusvalenza realizzata con l'investimento imobiliare. Poichè raramente gli investitori italiani rralizzano altri redditi in aggiunta a qualli derivanti dagli investimenti immobiliari fatti in America e tenendo anche presente che la Riforma Trump del 2018 sulla tassazione negli USA ha ridotto le aliquote per la tassazione dei redditi personali, non pensiamo che la regola del "recapture to ordinary income" possa rappresentare un problema per gli investitori italiani.


Due classi speciali di asset: le azioni delle piccole aziende [Small-Business Stock] e i beni da collezione

La aliquota per la tassazione delle plusvalenze derivanti dalla vendita di azioni delle Small-Business e di beni da collezione è del 28% soggetta a tassazione separata

Nel caso della plusvalenza derivante dalla alienazione di Small-Business Stock detenute per oltre cinque anni, normalmente il 50% della plusvalenza realizzata è esente da tassazione. Le tasse sul restante 50% invece sono del 28%.

Nel caso di plusvalenza derivante dalla vendita di oggetti da collezione come quadri, gioielli, stampe, monete, collezioni di vario tipo, vini pregiati etc., la tassazione avviene con aliquota del 28%

Capital Gain sulle Small Stock: IRS Publication 550

« indietro ]