+39 0541-709073

Andamento del mercato immobiliare negli Stati Uniti

L’epicentro del mercato immobiliare statunitense si sposta verso il centro degli USA

Un nuovo report illustra le zone residenziali di maggiore interesse tra gli americani della Generazione Z

Negli Stati Uniti, il tasso di proprietà di una casa è del 64,8% [Fonte: US Census Bureau]. Quando si tratta della fascia demografica under-35, gli americani proprietari di un’abitazione sono soltanto un terzo. Nonostante l’aumento dei prezzi abbia reso difficile acquistare una casa negli USA ai giovani americani, la coorte più anziana della Gen Z (nati tra il 1997 e il 2012) ha cominciato a chiedere mutui per diventare proprietaria di un immobile. Durante l’ultimo boom di acquisti di case in America, i consumatori Gen Z hanno rappresentato il 10% degli acquirenti di case negli Stati Uniti e le località scelte per vivere potrebbero stupire perché differiscono da quelle più tradizionali.

I membri della Gen Z si stanno dirigendo verso città di medie dimensioni a prezzi accessibili per acquistare la prima casa, in particolare negli stati del Midwest. Uno studio recente evidenzia che quattro delle prime dieci città negli USA in cui i Gen Z acquistano una casa si trovano nel Midwest. Di seguito le aree metropolitane degli Stati Uniti in cui i consumatori Gen Z decidono di trasferirsi e acquistare casa [Fonte: LendingTree]:

  1. Salt Lake City (Utah)
  2. Louisville (Kentucky)
  3. Oklahoma City (Oklahoma)
  4. Indianapolis (Indiana)
  5. Phoenix (Arizona)
  6. Minneapolis (Minnesota)
  7. Birmingham (Alabama)
  8. St. Louis (Missouri)
  9. Virginia Beach (Virginia)

Aumento delle richieste di mutui negli USA

Le città degli stati centrali dominano la lista dei migliori luoghi in cui acquistare un immobile in America: Sfatiamo il mito secondo cui la proprietà di una casa è impossibile per le nuove generazioni di americani

Secondo lo studio della piattaforma di mutui online LendingTree, i consumatori della generazione Z si stanno allontanando dalle città costiere per investire nell’acquisto di un immobile in metroaree degli Stati Uniti più piccole e periferiche. Da ciò deriverà un maggiore potere di acquisto di beni di consumo e prodotti alimentari, limitato, in città come New York, Miami o San Francisco, dall’alto costo della vita. Questo non significa che le attività commerciali basate nelle città costiere degli USA cesseranno di lavorare con i consumatori Gen Z: piuttosto, si verificherà una crescita di consumatori tra i 20 e i 25 anni di età nelle città in cui acquistano casa, con conseguenze sull’andamento economico di tali metroaree.

Quali sono gli effetti di un ringiovanimento delle città USA preferite dai Gen Z?

I Gen Z americani più anziani sono entrati nel mercato del lavoro e, con i loro risparmi e l’aiuto dei genitori, stanno avendo un impatto su PIL e sui consumi in America. In particolare, lo spostamento di molti Gen Z negli stati centrali degli USA dovuto all’acquisto di una casa potrebbe provocare una crescita significativa delle economie locali. Le ricerche di Morgan Stanley dipingono un quadro promettente degli Stati Uniti per i prossimi decenni, supportando l’ipotesi di un boom giovanile a partire dalla metà del decennio attuale.

In definitiva, la crescita degli acquisti di immobili da parte della Gen Z sta aiutando gli USA ad avere una performance forte sul mercato globale. Questi cambiamenti demografici, infatti, determinano una maggiore produttività della forza lavoro americana, dando una spinta ai consumi, aumentando il tasso di crescita del PIL e ampliando i profitti delle aziende negli Stati Uniti.

La generazione Z americana guida la crescita degli investimenti immobiliari negli Stati Uniti

Gli investimenti immobiliari della generazione Z saranno un elemento da non sottovalutare di qui alla fine di questo decennio. Nel 2030, i Gen Z americani più anziani avranno 32-33 anni: se l’economia USA continuerà a riprendersi, è probabile che questa fascia demografica acquisterà un immobile residenziale prima di compiere 35 anni. Ciò è in netto contrasto con i Millennials, che sono stati frenati da un periodo di recessione e hanno avuto maggiori difficoltà a investire nel settore immobiliare prima dei 35 anni. La Bank of America prevede che la Gen Z sarà la generazione più dirompente di sempre in termini di impatto economico: le aziende negli USA dovranno accogliere i Gen Z in modo adeguato per poter competere sul mercato americano post pandemico.

Articoli correlati

Classifica delle città USA dove l'economia cresce di più
Altri settori del mercato Americano

Le classifica delle città degli Stati Uniti che stanno crescendo di più

Scoprite le 10 città degli Stati Uniti dove l'economia è cresciuta di più in due anni

vedi
Acquistare un immobile da mettere a reddito negli USA
I trend di mercato negli Stati Uniti

Un condensato pratico di tutto quello che serve sapere per decidere come e dove comprare un immobile negli USA

Panoramica sugli investimenti immobiliari in America. Dove investire in America? In quale zona o stato degli Stati Uniti è meglio acquistare un immobile scopo di investimento?

vedi
Fare marketing per la generazione Z americana
L'impatto delle nuove generazioni sul mercato Americano

Sfatiamo i falsi miti sui consumatori della Gen Z

Per vendere con successo alle nuove generazioni di consumatori americani è necessario capire che tipo di persone si hanno davanti: ecco tre stereotipi completamente falsi sulla Gen Z negli USA

vedi
Come vendere in America
CONSULENZA EXPORT per il mercato Americano

Il mercato americano

Corso per vendere negli Stati Uniti: Imparare le tecniche di vendita più efficaci per il mercato americanoCome vendere in America? 26 anni di esperien...

vedi
Aprire una società in USA
Servizi per l'export

Aprire una società in USA

ExportUSA apre società di diritto statunitense in tutti gli stati dell'America. Possiamo aprire sia LLC che Corporation

vedi