+39 0541-709073

In America la definiscono l'eta' dell'oro del vino. A New York i numeri della crescita sono a doppia cifra, confermando un trend  positivo che aveva preso piede circa 20 anni fa. Ma e' negli ultimi 5 anni che  le vendite in America sono aumentate del 15%, secondo il Wine Institute. 
New York e' il perno di questa golden age, il contenitore naturale che mette in contatto amatori, intenditori, appassionati di lunga data e semplici curiosi che vogliano sperimentare.
Dunque un'ottima opportunita' d'investimento, come dimostrano le realta' imprenditoriali nate da pochi anni in tutta l'area metropolitana di New York. Paul Common era un analista per Merrill Lynch, che dopo aver completamente abbandonato il mondo della finanza, ha prosciugato il conto in banca per dare vita al suo sogno: una winerie nel West Village di Manhattan che pero' si distinguesse dalle altre dozzine di negozi in citta'. Il fattore di successo nel suo caso e' stato il primo esempio nella storia di "try before buy", dare cioe' la possibilita' ai propri clienti di assaggiare le bottiglie prima di comprarle, grazie ad una nuova tecnologia che consente di mantenere intatto il sapore del vino nelle bottiglie aperte fino a 1-2 mesi. 
Spesso quello che distingue un punto vendita di successo e' anche la competenza tecnica del personale, come dimostra il caso di Beau Rapier, un insegnante di Inglese che oggi gestisce il Flatiron Wines & Spirits a Broadway, un locale aperto da 18 mesi che stima circa 5 milioni di dollari di ricavi per il 2013. Un successo dovuto al mix di competenza e sapiente utilizzo di nuove piattaforme comunicative (blog, newsletter) in grado di creare un forte interesse intorno al mondo del vino. 
In uno scenario cosi' vitale l'e-commerce e' un ottimo modo di costruire la propria offerta e differenziarla dagli altri. Bob Berenson, proprietario dal 1998 di Burgubdy Wine Co. a Chelsea, che ha aggiunto la funzione di e-commerce al proprio sito solo due anni fa, afferma di aver  gia' riscontrato risultati positivi perche' molti clienti fanno ricerche in rete prima di comprare bottiglie importanti.
Ma rimane il rapporto personale quello che differenzia davvero un negozio dall'altro, la possibilita' di spiegare e far sperimentare nuovi sapori. LOFT18 tasting room e' un wine club nato da pochi mesi che si propone un approccio informale e diretto, grazie ad una piccola quota associativa si possono ricevere a casa piccole bottiglie da degustare per compilare la propria scheda di preferenze e rendere dunque migliore la propria esperienza degustativa.
Il mondo del vino e' in fermento, ed e' tutto da esplorare. 

 

Articoli correlati

15 March 2021

Vendere vino negli Stati Uniti con il Wine Project di ExportUSA

Il Wine Project di ExportUSA porta i vini italiani direttamente sulle tavole dei giovani consumatori americani eliminando il più possibile l'utilizzo ...