+39 0541-709073

Le previsioni di vendita delle automobili, SUV, pick-up, e fuoristrada negli Stati Uniti d’America prospettano un aumento delle immatricolazioni, passando dalle 1.404.700 unità del 2012 a 1.454.000 veicoli nel 2013, un +3%.

La totalità dell’incremento dei volumi è generata dal segmento dei SUV, pick-up e fuoristrada. La crescita stimata è di circa 60.000 unità per il 2013.

Mentre il settore delle automobili negli Stati Uniti d’America subirà una leggera flessione, -1%.

IL segmento delle automobili rimane quello principale con vendite stimate per il 2013 di circa 750.000 veicoli, nonostante ciò continua a crescere il numero di SUV, pick-up e fuoristrada che si venderanno nel 2013, per un totale di più di 690.000 mezzi.

Sul fronte della produzione i dati parlano chiaro, i veicoli venduti negli Stati Uniti d’America, saranno sempre più Made in USA, e sempre meno prodotti in Asia (Giappone e Korea). Un segnale positivo però è rappresentato dall’aumento delle esportazioni di SUV, fuoristrada e pick-up prodotti in Europa.  In questo segmento il Made in Europe segna un più 6000 auto che saranno esportate nel 2013.

Una grande opportunità per esportare per i produttori del vecchio continente. Rappresenta anche una grande opportunità di vendita per le aziende della filiera dell’auto, che producono parti di ricambio, componenti e inserti per automobili.

Ora uno sguardo ravvicinato.

Nel segmento delle automobili i primi tre brand per quota di mercato sono Toyota, Nissan, Ford. La crescita percentuale nelle vendite di auto maggiore è stata registrata da Cadillac, Porche, e Dodge,

Mitsubishi segna -60%, mentre Chevrolet perde più di 8000 automobili, passando dalla 2° posizione alla 4° in termini di quota di mercato.

Nel mercato delle automobili segmento SUV, Pick-up, fuoristrada le prime tre case automobilistiche con la maggior quota di mercato negli Stati Uniti d’America sono Ford, Chevrolet e Toyota. Il segmento segna una crescita notevole dei produttori tedeschi: BMW e Audi. Crescono anche le esportazioni di SUV Subaru e Infiniti dall’Asia. Purtroppo Jeep perderà oltre 5000 unità nel segmento.

Gli americani tornano a preferire i SUV, meno preoccupati rispetto al 2008 dal prezzo della benzina, oggi tornato a livelli bassi.

Gli automobilisti statunitensi amano la posizione di guida rialzata, lo spazio e 7 posti.

Il trend è in controtendenza rispetto alle politiche di Obama per ridurre la dipendenza degli Stati Uniti d’America dai carburanti fossili.

Articoli correlati

25 September 2012

Mercatodell'auto: un ritorno tutto Americano dell'Alfa Romeo

L'icona Italiana ri debutta negli Stati Uniti, allontanandosi sempre di più dall'Italia