Le nuove norme FDA per l'importazione vanno sotto il nome di FSMA [Food Safety Modernization Act]. Tutte le aziende alimentari produttrici ed esportatrici sono tenute a mettersi norma per vendere prodotti alimentari in America


Fulcro delle nuove norme FDA e delle procedure FSMA è l'adozione del piano HARPC [Hazard Analysis and Risk-Based Preventive Controls] - Una serie di protocolli e procedure di controllo e prevenzione dei rischi insiti nel trattamento e produzione di prodotti alimentari. È simile all'HACCP ma adotta un approccio diverso al problema della sicurezza alimentare



La nuova normativa emanata dalla FDA per le aziende produttrici di prodotti alimentari destinati all'esportazione negli Stati Uniti d'America NON crea nuovi obblighi per esportare: le procedure di esportazione e la documentazione per l'importazione negli Stati Uniti rimangono le stesse già in vigore adesso

La normativa FSMA e l'adozione del protocollo HARPC sono invece importanti in sede di ispezione degli impianti di produzione da parte della FDA: alle aziende produttrici che non si fossero dotate di un sistema HARPC sarà vietato importare specialità alimentari negli Stati Uniti


Contattateci per ulteriori informazioni su come mettere a norma la vostra azienda con FSMA

FSMA FDA HARPC ExportUSA offre un servizio per la messa a norma con l'FSMA, le nuove direttive FDA per l'esportazione di alimentari verso gli Stati Uniti d'America

Si tratta di un servizio diviso in due parti: la prima parte analizza la situazione corrente dell'azienda [la cosiddetta "Gap Analysis"], mentre la seconda parte provvede alla vera e propria messa a norma con quanto previsto dalla FSMA per importare negli Stati Uniti

I nostri servizi di messa a norma hanno l'obiettivo di permettere ai produttori italiani di continuare ad esportare prodotti alimentari negli Stati Uniti d'America senza interruzioni: sia attraverso l'analisi preliminare del processo di produzione e la creazione del piano HARPC, sia tramite l'interfacciamento con gli importatori americani di alimentari da parte del nostro ufficio di New York.

Contattateci per ulteriori informazioni su come mettere a norma la vostra azienda con FSMA


La sostanza della nuova normativa FSMA emanata dalla FDA è quella che abbiamo appena descritto: le aziende produttrici che intendono esportare alimentari negli Stati Uniti devono dotarsi del manuale HARPC, un protocollo di sistemi e procedure tipico degli Stati Uniti, simile ma non del tutto al sistema HACCP.

In sede di ispezione la FDA controlla la adeguatezza del sistema HARPC adottato per quel tipo di prodotto alimentare e per quel tipo di processo produttivo e la corretta adozione dei protocolli, processi e procedure previsti dal piano HARPC adottato.

In sede di ispezione, le aziende che risulteranno non a norma con FSMA non potranno più esportare in America finché non si saranno messe a norma. Nei casi più gravi [ad esempio se a seguito del consumo dei prodotti posti in vendita in America si sono creati problemi di salute] scattano sanzioni penali.

Il sistema dei controlli è reso molto più efficiente e reattivo dal fatto che anche gli importatori americani hanno l'obbligo di controllare che i prodotti alimentari di loro importazione in America provengano da produttori / esportatori a norma con le normative FSMA.

Aziende tenute a mettersi in regola con la normativa FSMA

Tutte le aziende produttrici che intendono esportare alimentari in America sono tenute a rispettare quanto previsto dalle norme del Food Safety Modernization Act. Le date ultime di messa a norma però variano a seconda delle dimensioni delle 

Regola generale FSMA: a norma entro il 26 Settembre 2016.aziende:

  • Aziende alimentari con meno di 500 addetti: a norma entro il 30 Settembre 2017;
  • Produttori alimentari con meno di 1 milione di Dollari di vendite annue: a norma entro il 17 Settembre 2018.


Aziende esenti dall'obbligo di mettersi a norma con la normativa FSMA

  • I produttori di pesce, prodotti ittici, frutti di mare, di succhi di frutta, di voi, birra e bevande alcoliche sono esenti dall'obbligo di mettersi a norma con quanto prescritto dal Food Safety Modernization Act. Queste aziende sono comunque obbligate ad avere in essere un piano HACCP.
  • Le aziende produttrici di conserve, sughi, creme di tartufi, tonno in scatola ed alimenti conservato sotto vuoto e, più in generale, tutte le aziende produttrici di prodotti soggetti all'obbligo di registrazione FCE e di procedura autorizzata SID, sono esendi dalla normativa del FSMA ma solo per ciò che riguarda i processi produttivi relativi ai prodotti soggetti alla procedura SID. Tutte le altre procedure aziendali [ad esempio quelle di approvvigionamento delle materie prime o della custodia del prodotto finito] sono comunque tenute a rispettare le nuove regole FSMA.


Cosa vuol dire, in pratica, mettersi a norma con la nuova normativa FSMA

In realtà è meno complicato del previsto, soprattutto per le aziende alimentari italiane, da sempre attente alla qualità del prodotto e comunque obbligate ad adottare un piano HACCP.

Benché avere adottato un piano HACCP non sia sufficiente, è però di grande aiuto perché gran parte delle procedure incluse nel piano HACCP possono essere incluse anche nel piano / manuale HARPC, e poi perché comunque la metodologie è comune e familiare.

Una differenza sostanziale consiste nella cosiddetta Hazard Analysis [analisi della rischio insito in una certa produzione alimentare] e nell'obbligo di mantenimento dei record [la registrazione puntuale dei controlli che il piano HARPC avrà evidenziato come necessari] In pratica, per una azienda normalmente strutturata, si tratta solo di mettere in atto procedure documentali, di applicarle e di tenerle aggiormate.

ExportUSA offre tutti i servizi necessari per mettersi a norma con la nuova normativa FSMA: dai servizi di analisi tecnica e consulenza, ai servizi di implementazione di processi e procedure.