Danni da prodotto in America: il caso pratico di un'azienda italiana

Polizza RC Prodotto per l'America

03/11/2018

Rc Prodotto per gli Stati Uniti: il caso pratico di un'azienda italiana nella vendita di impiantistica ad un cliente americano

Come illustrato da questo caso reale, estendere la copertura assicurativa della polizza RC Prodotto dall'Italia all'America è una pessima idea

Pochi mesi fa abbiamo tenuto un corso dedicato all'internazionalizzazione verso il mercato americano destinato alle piccole e medie imprese.

Durante il corso, che si svolgeva in quattro giornate, è emerso il caso, reale, relativo alla copertura dei danni da prodotto negli Stati Uniti.

Il caso si presta benissimo ad illustrare le implicazioni e le conseguenze di una gestone poco accorta del rischio per i danni da prodotto in America e dell'assicurazione a copertura di tale rischio [la cosiddetta RC Prodotto per gli Stati Uniti]



Caso pratico Polizza RC Prodotto quando si vende in America: Premesse

  • L'azienda in questione vende impiantistica il cui valore varia tra i 400.000 e gli 800.000 dollari.
  • L'azienda vitaliana ende direttamente dall'Italia e non ha aperto una società negli Stati Uniti.
  • Il distributore americano, che aveva già venduto un impianto ad un cliente americano, vende allo stesso cliente un secondo impianto del valore di 400.000 dollari.
  • Il cliente finale chiede che l'impianto venga posizionato in una certa area del parco produttivo. Il produttore italiano obietta che la posizione non era ideale.
  • Il distributore, forse timoroso di perdere la vendita, supporta il cliente finale americano ed il produttore italiano accetta di installare l'impianto come richiesto dal cliente finale.
  • Il cliente finale americano acquista l'impianto ed affida al produttore italiano anche il montaggio e la messa in opera dell'impianto.
  • Il produttore italiano chiede alla sua compagnia di assicurazione italiana l'estensione della polizza RC prodotto all'America. Il premio annuo pagato ammonta a 27.000 euro.



Accendere una assicurazione con una compagnia americanaCaso pratico Polizza RC Prodotto quando si vende in America: I Fatti

  • Pochi mesi dopo l'avviamento, l'impianto ha un malfunzionamento e smette di funzionare causando al cliente finale americano sia un lucro cessante che un danno emergente.
  • Nel palleggio delle responsabilità, che si protrae per mesi senza che il problema venga rislto, l'azienda italiana punta il dito contro il posizionamento non ottimale dell'impianto mentre il cliente finale americano eccepisce un errore di montaggio da parte dell'azienda italiana.
  • Si decide di far valere la copertura assicurativa per l'America contro il danno da prodotto difettoso. La compagnia di assicurazione italiana avvia l'iter che segue solitamente in questi casi e chiede al distributore americano di fornire documentazione relativa alla polizza RC prodtto di quest'ultimo.
  • Il distributore americano si rifiuta di fornire la documentazione richiesta e la pratica di rimborso da parte dell'assicurazione si blocca.



Caso pratico Polizza RC Prodotto quando si vende in America: Risultato

  • Il cliente finale americano si ritrova con un impianto difettoso, fermo, che non può utilizzare.
  • Il cliente finale americano farà probabilmente causa al distributore americano che si vedrà costretto a coprire il danno per l'impinto difettoso usando la copertura assicurativa offerta dalla sua polizza RC Prodotto.
  • L'azienda italiana si è giocata per sempre la reputazione e molto probabilmente non riuscirà più a vendere impianti in America.



Analisi del caso in esame e soluzioni alternative per ottimizzare la copertura del rischio dei danni da prodotto in America

Responsabilità per i danni da prodotto in America

  • Il primo errore dell'azienda italiana è stato, probabilmente, quello di non collegare la decisione sulla localizzazione dell'impianto alla responsabilità del produttore.
  • Lo stesso andava fatto per il montaggio ed il collaudo: il collaudo positivo dell'impianto doveva essere accettato dal cliente finale e avrebbe comportato, a livello contrattuale, una maggiore garanzia, in termini di responsabilità, nei confronti dell'azienda italiana.
  • L'errore più grossolano, però, è stato quello di non aver proceduto ad accendere una polizza RC Prodotto con una compagnia di assicurazione americana [invece di chiedere l'estensione agli Stati Uniti alla compagnia di assicurazine italiana]



I vantaggi dell'accensione di un Polizza di assicurazione RC Prodotto con una compagnia di assicurazione americana quando si vende in America

  • In primo luogo il premio assicurativo di una polizza RC Prodotto con una assicurazione americana è probabilmente un terzo del premio corrispondente quando si chiede l'estensione all'America di una polizza RC prodotto dall'Italia. Stiamo parlando di un risparmio di circa 90.000 euro in cinque anni solo di minori premi assicurativi.
  • In secondo luogo una compagnia di assicurazione americana avrebbe avuto modo di costringere il distributore americano a fare intervenire anche l'assicurazione di quest'ultimo per contrinuire alla copertura del danno.



Il risultato finale sarebbe stato che l'azienda italiana non si sarebbe giocata la reputazione sul mercato americano e avrebbe continuato a vendere impianti in America


« indietro ]