+39 0541-709073

L’importanza di avere un e-commerce efficiente per vendere negli Stati Uniti

La crescita della base clienti dei brand in America dipende dall’ottimizzazione del sito web e dall’efficienza del checkout

Nonostante molti consumatori americani siano tornati a fare shopping nei negozi fisici, l’e-commerce e soprattutto il mobile commerce stanno prendendo piede in modo consistente tra persone di ogni età.

Il 77% dei consumatori in America utilizza lo smartphone per confrontare i prezzi dei prodotti mentre si trova in un punto vendita. Il problema è che se il sito di ecommerce non è in grado di offrire un’esperienza di acquisto online fluida e rapida le vendite ne risentiranno, ostacolando la crescita del business online negli Stati Uniti.

Insomma, anche se le aziende italiane attive sul mercato americano non dispongono dei mezzi per contrastare la crisi della supply chain, l’efficienza dei siti di e-commerce è molto più semplice da incrementare.

Quali strategie per evitare l’abbandono del carrello dei consumatori americani?

ExportUSA può aiutare le aziende italiane negli USA a creare siti di ecommerce efficienti per potenziare il volume di vendite sul mercato americano

Molte aziende italiane che vogliono espandersi negli Stati Uniti hanno un problema comune: o non hanno un ecommerce o, se ne possiedono uno, il processo di pagamento online lascia a desiderare. Ma nel concreto quali possono essere le criticità della checkout experience?

Il 96% delle attività di e-commerce del Nord America commette come minimo questi cinque errori che rendono il checkout più difficile per i consumatori negli USA:
 

  1. Non poter effettuare il checkout come ospiti;
     
  2. Un numero eccessivo di step;
     
  3. Avere troppe opzioni di pagamento mal implementate (o troppe poche);
     
  4. Infastidire il cliente proponendo assicurazioni o garanzie più costose dell’articolo acquistato;
     
  5. Non consentire ai clienti di salvare il proprio metodo di pagamento per un uso futuro.


Si tratta di un dato di estrema importanza perché gli americani hanno tendenzialmente raddoppiato o più che raddoppiato la quantità di acquisti online dal 2020 in poi, e ciò li ha resi impazienti quando si tratta di effettuare il checkout sugli e-commerce dei brand negli USA.

Gli ecommerce delle aziende italiane negli USA devono offrire pagamenti in meno di un minuto per essere competitivi sul mercato americano

Altre ricerche riportano che tra consumatori degli Stati Uniti il tasso di abbandono del carrello è di quasi il 70% e che con una maggiore efficienza degli ecommerce americani ed europei si potrebbero guadagnare 260 miliardi di dollari di acquisti in più.

Per vendere negli USA con risultati soddisfacenti, quindi, non è più sufficiente avere un prodotto di qualità. Il fattore critico per avviare un business online in America è l’ottimizzazione dell’e-commerce: si tratta della strategia migliore per intercettare i consumatori offline che consultano il cellulare durante le visite nei negozi fisici, per convertirli e per fidelizzarli attraverso un’esperienza di acquisto che dev’essere

Aprire un sito di e-commerce fluido offre un vantaggio competitivo enorme alle società che vendono in America

Alcuni servizi di semplificazione dei pagamenti che aiutano gli e-commerce negli Stati Uniti a far crescere le vendite

In America sono nate molte aziende che hanno ripensato la checkout experience dei consumatori americani in modo da convincerli ad acquistare dagli store delle piccole e medie imprese piuttosto che su Amazon. Amazon ha sempre avuto un grosso vantaggio sul mercato USA online ma l’innovazione ha permesso a giocatori più piccoli di semplificare il processo di acquisto e pagamento, colmando il divario con il gigante dell’ecommerce in America.

Per esempio, società come Bolt, Fast e Skipify hanno revisionato il processo di checkout con funzionalità come il checkout one-click, lo shopping dalla pagina prodotto e gli acquisti dall’e-email. Con questi servizi i tassi di conversione dei brand negli USA possono aumentare in modo significativo.

Se pensiamo all’offerta di Skipify si tratta di saltare tutti i passaggi del funnel di vendita: dalla conoscenza del prodotto al suo acquisto, insomma, con un aumento del numero dei clienti e del fatturato dell’azienda negli Stati Uniti.

Vendere online negli Stati Uniti: l’importanza della velocità dell’e-commerce e di offrire soluzioni di acquisto su misura del consumatore americano

In generale avere un sito di e-commerce per operare negli USA serve a sostenere la forza vendite. Tuttavia, per molte aziende aprire uno store online è il primo passo per entrare sul mercato americano ed è quindi fondamentale realizzare un sito web capace di rispondere alle esigenze dei consumatori americani.

Come abbiamo già precisato, l’esigenza primaria di ogni americano che deve acquistare qualcosa online è la rapidità: facciamo allora in modo che il nostro sito e-commerce aiuti le aziende italiane ad aumentare il numero dei clienti, aumentare il loro valore medio e aumentare il numero di volte in cui tornano ad acquistare.

Articoli correlati

ecommerce USA
Andamento e sviluppi dell'ecommerce negli Stati Uniti

Strategie di ingresso sul mercato Americano: L'online è un'ottima soluzione per cominciare a vendere in America

I resi nella vendita online: Le soluzioni di ExportUSA su come gestire rimborsi e ritorni negli Stati Uniti

COVID-19
Andamento e sviluppi dell'ecommerce negli Stati Uniti

Come la pandemia ha influenzato l'andamento delle vendite ecommerce negli USA nel 2020

COVID e vendite online in America nel 2020: Tendenze dell'ecommerce nel settore della vendita al dettaglio

Il consumatore americano fa acquisti con lo smartphone
News e Media

In America il mobile commerce surclassa l'e-commerce

Il consumatore americano fa sempre più acquisti con lo smartphone e le aziende italiane negli Stati Uniti devono adattare la propria strategia di vendita