+39 0541-709073

L'apertura di un micro-ristorante negli Stati Uniti è un'opportunità per i ristoratori italiani, soprattutto i per giovani imprenditori della gastronomia

Bassi costi di gestione, meno costi per il personale, menù ridotto, minimizzazione degli scarti, sala al massimo della redditività: come aprire un microristorante in spazi minimi ma con grande fatturato

Menù a prezzi concorrenziali ed estetica essenziale. Molti i casi di successi avviati sino ad ora

Ecco alcuni esempi a New York:

Con un investimento contenuto, in media $180.000, si può aprire un microristorante, piccolo ma di successo.

 

La notizia all'origine:

Per un ristorante di successo che voglia crescere, il passo da compiere è quello di espandersi in una micro-catena composta da 3 a 19 unità.

Sebbene le unità di ristorazione totalmente indipendenti siano diminuite del 4% rispetto a un anno fa, le micro-catene di ristoranti stanno invece aumentando nelle principali città statunitensi (dati del gruppo NPD, azienda leader di informazione globale).

Le micro-catene, che spesso sono concentrate su un territorio ristretto, rappresentano una fascia della ristorazione che riflette le preferenze emergenti del gusto e l'aver fatto vivere al cliente una esperienza positiva. In sintesi, l'aver toccato i tasti giusti.

L'evidenza che le micro-catene riscuotono successo con i consumatori odierni è la crescita avvenuta nelle grandi città. Dallas-Fort Worth ha realizzato il maggior incremento nel settore delle micro-catena di ristorazione, in crescita del 5% rispetto a un anno fa, secondo il censimento del biennale di NPD.

Le unità di micro-catena sono aumentate anche a:

A New York City e Philadelphia la situazione è rimasta invariata mentre a Boston c'è stata una lieve diminuzione (-2%).

Le micro catene di ristoranti hanno migliorato, in termini di ordini effettuati e ricevuti, i sistemi delle grandi catene di ristorazione con i grandi distributori statunitensi. Le microcatene di ristorazione da 3 a 19 locali hanno aumentato il loro totale di spesa per cibi e beni con i distributori a larga scala del 5 % , del 3% per cento nel primo trimestre dell'anno rispetto all'anno precedente (segnala SupplyTrack® di NPD, che segue le vendite mensili di ciascun prodotto spedito dai principali distributori di grande distribuzione a ogni operatore di ristorazione).

"Le micro-catene stanno evidenziando nuovi atteggiamenti e nuove prospettive del settore della ristorazione", ha dichiarato Annie Roberts, vice presidente di SupplyTrack di NPD. "Molti ristoranti hanno successo perché hanno centrato le esigenze del consumatore di oggi. Spesso offrono ai loro clienti un concetto creativo, ottimo cibo e un'esperienza piacevole. Non può non essere apprezzato".

“Considerati tutti questi fattori – dichiara Lucio Miranda, Presidente di ExportUSA – è evidente che per aprire un ristorante a New York, piccolo e dedicato, paghi molto di più perseguire una strategia basata sullo sfruttamento intensivo di uno spazio ristretto piuttosto che affittare grandi spazi".

"La cucina italiana offre molti spunti - continua Lucio Miranda - permettendo di aprire un microristorante e ottenere successo a New York e negli Stati Uniti.

Ecco qualche esempio:


Come aprire aprire ristoranti piccoli negli Stati Uniti, specializzati, con menu ridotto e personale al minimo?
Vai all'articolo sui microristoranti a New York

Articoli correlati

Aprire una società in USA
Servizi per l'export

Aprire una società in USA

ExportUSA apre società di diritto statunitense in tutti gli stati dell'America. Possiamo aprire sia LLC che Corporation

Visti per gli Stati Uniti
Servizi per l'export

Visti per gli Stati Uniti

ExportUSA cura la richiesta di tutti i tipi di visti per gli Stati Uniti. Siamo specializzati nella richiesta dei visti per lavorare come E2, E1, O1, L1