+39 0541-709073

Trend di consumo del mercato americano nel 2022

Gli spending trends dei consumatori americani tra post-Covid e inflazione: perché i brand possono ancora fiorire negli USA

Negli Stati Uniti è in corso un trend inverso rispetto all’inverno 2021. Sul piano finanziario, la tendenza a risparmiare è aumentata mentre l’ottimismo e l’audacia sono diminuiti. In apparenza sembra una situazione negativa per il mercato americano, ma in realtà in America continua la crescita della spesa per consumi privati. Secondo il report di GWI “The consumer dilemma”, molti consumatori americani stanno facendo più spese discrezionali

Inoltre, dopo due anni dall’inizio della pandemia, ai crescenti acquisti tramite ecommerce negli USA si è affiancato il ritorno dello shopping nei negozi brick-and-mortar. Vi è anche una maggiore tendenza ad abbandonare i brand preferiti a favore di marchi nuovi ad alto valore aggiunto.

Continua la crescita dell’economia americana

Nella prima metà del 2022 i consumatori americani hanno continuato a spendere

Finora, in un contesto di inflazione record, i consumatori americani hanno continuato a fare acquisti. Mentre a marzo l’inflazione USA toccava l’8,5% la spesa dei consumatori americani era del 18% più alta rispetto al 2020 e del +12% rispetto alle previsioni pre-Covid. La crescita della spesa è stata maggiore tra i Millennials americani (17%) e i consumatori ad alto reddito (16%).

Alcune categorie di prodotti hanno subito un rallentamento in termini di volume di vendita sul mercato statunitense, ad esempio benzina, ristoranti e viaggi. Al contrario, gli acquisti di beni di consumo hanno superato quelli del periodo pre-Covid [Fonte: McKinsey & Company]:

È interessante notare che i consumatori americani stanno continuando ad acquistare mobili e accessori per la casa, un trend di consumo davvero poco influenzato dal ritorno nei posti di lavoro e dalla ripresa delle attività all’aperto: la spesa per il miglioramento e la manutenzione della casa è dell’11% maggiore rispetto al previsto e se molti americani continueranno a lavorare da casa anche solo un giorno a settimana le aziende del settore design potranno aspettarsi vendite solide.

Vendita online vs vendita offline negli USA

Il 75% dei consumatori americani acquista sia in negozio che online: la parola chiave per vendere negli Stati Uniti è omnicanalità

Contro ogni previsione, la crescita dell’ecommerce non ha reso obsoleta la vendita al dettaglio nei brick-and-mortar. Il canale retail offline si sta riprendendo a un ritmo positivo con una crescita dell’8% rispetto al 2021 negli Stati Uniti. La ragione di ciò è il comportamento di acquisto dei consumatori americani: oggi il 75% degli americani fa ricerche e acquista prodotti alimentari e altre categorie merceologiche sia offline che online. Soltanto il 5% fa shopping esclusivamente online, il 20% acquista solo nei punti vendita fisici.

Indipendentemente dal canale di acquisto preferito, in America i consumatori vogliono acquistare da marchi che offrono prodotti longevi e dal buon rapporto qualità-prezzo. Ciò significa che il nome del brand non conta più così tanto se messo a confronto con un prodotto con valore percepito maggiore (più o meno economico): questo potrebbe spiegare perché molti americani si stanno riversando nei discount per acquistare prodotti generici per la casa, abbandonando i brand premium.

Detto questo, gli acquisti di impulso non sono stati affatto influenzati dall’aumento del costo della vita: chi vende negli Stati Uniti potrà continuare a contare sui clienti che scelgono di prendersi cura di se stessi, mettendo da parte le preoccupazioni finanziarie e dimostrando che la spesa dei consumatori americani è ancora forte.

Incentivare la brand loyalty sul mercato americano attraverso la promozione della qualità del prodotto

Oggi, per sopravvivere in un mercato competitivo come quello degli Stati Uniti, i brand devono essere in grado di spiegare ai consumatori americani perché il loro prodotto vale e perchè vale la pena comprarlo. Il rapporto qualità-prezzo è diventato un driver di acquisto fondamentale, che può a sua volta diventare uno strumento strategico nelle mani dell’azienda per creare valore aggiunto e incentivare la brand loyalty sul mercato americano.

Articoli correlati

Perché conviene vendere online sul mercato americano
News e Media

Ecommerce negli USA: l'online vale il 20% delle vendite al dettaglio totali

Dieci anni fa l’e-commerce valeva l’8% degli acquisti totali, oggi le vendite online rappresentano quasi il 20% della spesa dei consumatori americani

vedi
Trend positivo economia USA nel 2019
News e Media

Aggiornamento sull'andamento dell'economia americana del 10 Novembre 2022

Il quadro dell'economia degli Stati Uniti nel post COVID-19: Una chiara ripresa dell'economia americana che si trova ad affrontare sfide legate al deterioramento della situazione geopolitica mondiale

vedi
I motivi per investire negli USA nel 2022
News e Media

Il mercato americano nel post-COVID

Continuano i segnali di crescita per l'economia americana: il potere di acquisto dei consumatori resta forte anche in tempi di inflazione

vedi
Aprire una società in USA
Servizi per l'export

Aprire una società in USA

ExportUSA apre società di diritto statunitense in tutti gli stati dell'America. Possiamo aprire sia LLC che Corporation

vedi
Sviluppare un piano di marketing per il mercato americano
CONSULENZA EXPORT per il mercato Americano

Marketing, Branding, e Posizionamento sul mercato americano

ExportUSA vi aiuta a sviluppare una strategia di marketing efficace per gli Stati Uniti

vedi