Un caso di successo per ExportUSA

15/04/2019

Richiesta di visto da investitore per gli Stati Uniti: un altro caso di successo per ExportUSA

L'ennesima email di ringraziamento da parte di un cliente per cui noi di ExportUSA abbiamo seguito la preparazione della pratica di richiesta del visto E2



Un cliente soddisfatto ringrazia ExportUSA



---------- Forwarded message ---------
Da: xxxxx yyyy <xxx.yyyyy@gmail.com>
Date: lun 15 apr 2019 alle ore 15:02
Subject: Re: Intervista VISA E2 a Roma e ritorno passaporto update
15 Aprile 2019 , VISA APPROVED !
To: Alessandro Colnago <a.colnago@exportusa.us>
Cc: Astra Pagliai <astra@exportusa.us>, Export Usa Nicolo Talignani <n.talignani@exportusa.us>

Ciao Alessandro,
Colloquio tutto ok, Visa approved !

Grazie 1000000 per la Vostra very high professional Assistance !!
Sto ora rientrando in Sicilia.

Resto in attesa che mi comunicate il tracking number DHL , etc.. per il ritiro del passaporto a Roma.

Vi ricordo che ho acquistato il biglietto aereo Catania - Roma per il 19 Aprile ( venerdì) , con arrivo a Roma ore 12:30

Ho poi il volo Roma - Atlanta il giorno seguente 20 Aprile

GRAZIE ANCORA xxxxx




I perni su cui ruota la richiesta di visto E2 per l'America

Il visto E2 era tra i più semplici da strutturare perchè avevano una base oggettiva: l'investimento

Oggi invece, sempre più, si fanno strada anche per questo visto elementi di valutazione soggettiva che rendono più delicata la preparazione della pratica di richiesta. Riassumiamo, qui con massima sintesi, i punti fondamentali su come fare la richiesta di E2 e che la nostra esperienza ci ha insegnato a strutturare con la massima attenzione.

  • Pianificazione della strategia alla base dell'investimento e, conseguentemente, della preparazione della pratica di richiesta del visto.

  • I fondi per realizzare l'investimento: deve essere chiara la fonte da cui provengono. Ricordiamo che i fondi vengono trasferiti dall'Italia alla società americana che poi effettua l'investimento in America.

  • I fondi devono essere a rischio: in altre parole non posso prendere dei fondi a prestito e mia volta prestarli alla società americana.

  • I fondi devono essere impegnati in maniera irreversibile nella società americana ["irrevocabli committed"]

  • L'investimento deve essere sostanziale.

  • L'investimento deve essere proporzionale all'attività da svolgere.

  • Al momento della presentazione della richiesta del visto E2 l'investimento deve essere già stato realizzato oppure deve essere in procinto di essere realizzato.

  • La società americana che realizza l'investimento deve essere più che marginale, ovvero deve generare un reddito sufficiente al pieno supporto economico dell'investitore e, eventualmente, della sua famiglia.


Link di approfondimento a pagine del sito di ExportUSA che trattano la tematica della richiesta del visto da investitore per gli USA


« indietro ]