Nell'ambito del visto E2, il trasferimento di personale italiano in America è condizionato all'esistenza di requisiti in capo al datore di lavo e di requisiti in capo al dipendente


In questa sezione del sito prendiamo in esame entrambi



Abbiamo liberamente tradotto ed adattato il testo del FAM per renderlo il più possibile accessibile e utile per tutti coloro che stanno pensando di investire in America e di chiedere un visto E2. A volte abbiamo anche aggiunto dei nostri comenti mentre altre volte abbiamo rimosso delle parti che secondo noi non erano così centrali per l'illustrazione della procedura di richiesta del visto. Per leggere il FAM nella sua versione integrale rimandiamo alla pagina web:

Foreign Affairs Manual - https://fam.state.gov 




Come trasferire personale dipendente negli USA



In questa pagina:
------

  • Trasferimento di personale italiano in America con il visto E2.
  • Essential Employee
  • Manager
9 FAM 402.9-7(A) Employer Qualifications



Trasferire dipendenti italiani negli Stati Uniti con il Visto E2

I requisiti del Datore di Lavoro

Per trasferire un dipendente Italiano a lavorare negli Stati Uniti il datore di lavoro Americano deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • Almeno il 50% della Corporation Americana che sponsorizza il Visto E2 deve essere di proprietà di una persona o di una società con la stessa cittadinanza del dipendente da trasferire negli Stati Uniti.
  • Il datore di lavoro e il dipendente devono avere la stessa nazionalità.


Trasferimento negli Stati Uniti con il Visto E2 - I requisiti del Dipendente

Visto E2 Manager - 9 FAM 402.9-7(B) Executive and Supervisory Employee Responsibility

In questo caso il dipendente Italiano da trasferire negli Stati Uniti deve ricoprire un suolo di Manager e Supervisore. Il ruolo di manager e supervisore viene definito sulla base dei seguenti criteri:

  • Il titolo attribuito al dipendente, le sue responsabilità, il suo ruolo, il livello di libertà decisionale, il livello di competenze e di specializzazione dei dipendenti che gestisce e supervisiona, il livello di stipendio che percepisce, l’esperienza maturata in passato come manager o supervisore;
  • Le attività principali del dipendente Italiano da trasferire negli Stati Uniti con Visto E2 devono essere manageriali e di controllo. Le attività di dipendete generico devono essere limitate e occasionali rispetto al ruolo esecutivo;
  • Il peso del titolo attribuito al dipendente da trasferire negli Stati Uniti varia a seconda del numero di dipendenti assunti sotto la Corporation o LLC Americana che saranno suoi diretti sottoposti. Una carica esecutiva ha un peso maggiore quando ci siano molti dipendenti assunti nella società Americana.


Visto E2 Essential Employee - 9 FAM 402.9-7 (C)

La normativa americana sui visti permette di trasferire un cittadino Italiano a lavorare negli Stati Uniti con un Visto E2 quando le competenze del dipendente sono essenziali per il buon funzionamento della società Americana. La società Americana e il dipendente richiedente il visto E2 devono dimostrare che quest'ultimo possiede competenze tecniche essenziali vista la natura delle attività svolte dalla società Americana.

Il carattere essenziale delle competenze e del ruolo del dipendente va valutato in funzione della natura dell’attività svolta dalla società datore di lavoro negli Stati Uniti.

Le competenze tecniche del dipendente con visto E2 Essential Employee devono essere dimostrate caso per caso. È necessario provare che la società Americana richiede dipendenti con competenze specifiche.

È necessario dimostrare che il richiedente Visto E2 Essential Employee possiede le competenze richieste dalla società americana che sponsorizza il visto. Per definire la specificità delle competenze ricercate dalla società sponsor e verificare che il dipendente possieda le competenze richieste si considerano i seguenti elementi:

  • Il livello di esperienza e di formazione necessari per raggiungere il livello di competenze richiesto dal datore di lavoro Americano;
  • Le competenze devono essere uniche e non generiche;
  • Le competenze del dipendente italiano che si intende trasferire negli Stati Uniti non sono reperibili negli Stati Uniti perché non proprie dei lavoratori locali;
  • Lo stipendio di un dipendente con queste competenze speciali deve essere congruo;
  • Il dipendente richiedente Visto E2 ha esperienza nel settore specializzato di riferimento;
  • il ruolo e il titolo attribuiti al dipendente da trasferire negli Stati Uniti supportano l’essenzialità della sua assunzione presso il datore di lavoro Americano.


In alcuni casi lavoratori ordinariamente qualificati possono definirsi impiegati essenziali ai fini della richiesta di visto E2

Questo, quasi sempre, include i dipendenti incaricati di avviare una start up o della formazione del personale

Una nuova attività, oppure un settore già consolidato che sta ampliando i propri orizzonti negli Stati Uniti, potrebbe aver bisogno di dipendenti qualificati per un breve periodo di tempo. Questi dipendenti devono avere, soprattutto, dimestichezza con le attività da svolgere in America: non si tratta, quindi, solo di attività strettamente legate al proprio background. La specializzazione va, infatti, sempre collegata alla conoscenza che i dipendenti hanno dell’azienda.

Precedente assunzione da parte della società sponsor del visto: la società non è tenuta ad aver precedentemente assunto il dipendente. Il focus deve riguardare interamente le qualifiche dell’individuo che devono esse direttamente collegate alle esigenze aziendali. Le società potrebbero aver bisogno di impiegati con caratteristiche mai richieste in precedenza al fine di massimizzare il proprio operato.

Può essere richiesta una qualsiasi documentazione a sostegno delle competenze del candidato ad ottenere il visto E2: dichiarazioni delle Camere di Commercio, di organizzazioni sindacali, associazioni di categoria o qualsiasi altra prova che indichi l’indisponibilità di trovare personale americano in possesso dei requisiti specifici richiesti dall’azienda.



Durata dell’essenzialità: nella pratica di richiesta di visto E2 il richiedente ha l’obbligo di dimostrare non solo le competenze, ma anche il periodo durante il quale tali abilità vanno sviluppate

Alcune skills potrebbero essere considerate essenziali sempre, altre – invece – potrebbero essere necessarie per coprire un periodo limitato, come nel caso delle start up

É comprensibile che, dopo un breve periodo, l’azienda sarà in grado di formare personale americano per condurre le stesse operazioni. Nel valutare la durata di essenzialità, bisogna considerare il tempo necessario per svolgere i compiti previsti. Ciò che è altamente specializzato e unico oggi, potrebbe non esserlo nel prossimo futuro. Ad esempio:

  • Esigenze a lungo termine
    Il datore di lavoro dovrebbe giustificare l’esigenza di determinate qualifiche in maniera continuativa. Questo nel caso di un dipendente assunto per lo sviluppo di un prodotto che ha bisogno di essere migliorato, nel caso di controllo qualità, o anche nel caso di fornitura servizi altrimenti impossibili da ottenere.
  • Esigenza di breve periodo
    Il datore di lavoro potrebbe aver bisogno di determinate qualifiche solo per un breve periodo, come nel caso dell’avvio di start up o nel caso di individui che vengono assunti per la formazione o la supervisione di tecnici del manifatturiero o con funzioni di manutenzione.


Link ai riferimenti contenuti nel Foreign Affairs Manual per i concetti esposti in questa sezione del sito dedicata alla procedure operative del visto da investitore per gli USA:
------

  • Il caso "Walsh/Pollard" - Commento di una decisione della corte di Appello dell'Immigration americana che ha segnato una svolta nelle procedure di revisione dei visti E2. 
    9 FAM 402.9-6(G) The Walsh/Pollard Case