Abitudini alimentari

23/11/2020

Il cambiamento delle abitudini alimentari in America: la Gen Z e i Millennials

La Generazione Z comincia a mostrare una certa autonomia nelle proprie scelte di consumo rispetto ai Millennials



Abitudini di consumo della Gen Z


Il COVID e una maggiore maturità stanno contribuendo a cambiare lo stile di vita e le abitudini di consumo delle giovani generazioni americane: Millennials e Gen Z

I prodotti alimentari rappresentano la categoria di consumo che più di altre è influenzata da questi cambiamenti

Diverse ricerche di mercato recentemente condotte in America stanno cominciando a delineare cambiamenti nello stile di vita e nelle abitudini di consumo delle generazioni di consumatori più giovani. È importante tenere monitorate queste tendenze di mercato perchè è molto probabile che rimangano radicate anche passata la pandemia. In questa pagina del sito di ExportUSA riportiamo stralci tratti da diverse ricerche di mercato per sottolineare i fenomeni più interessanti.

Ecommerce e Gen Z: Il 34% degli appartenenti alla Gen Z prevede di continuare a comprare online anche dopo il COVID con la stessa frequenza acquisita in questo periodo di pandemia, incluso l'ecommerce di prodotti alimentari e gli ordini di piatti pronti dai ristoranti.

Il 52% della Gen Z è meno propenso a fare acquisti di persona in un negozio di alimentari durante la pandemia rispetto ai Millennials.

Andare al ristorante è l'unica attività che la maggior parte degli appartenenti alla Gen Z dichiara di voler riprendere non appena possibile. Più che non partecipare a concerti o a eventi sportivi. Andare al ristorante aiuta a sentirsi "di nuovo normali".

Durante la pandemia, la vendita di prodotti surgelati è aumentata in tutti gli Stati Uniti. La Gen Z, non proprio una amante dei cibi surgelati, li ha rivalutati durante la pandemia e c'è un ottima possibilità che la fidelizzazione permanga anche dopo la pandemia.

In generale, il 65% della Gen Z si orienta verso una dieta più "vegetariana", mentre il 79% cerca di consumare pasti senza carne una o due volte a settimana. Gli appartenenti alla Gen Z in America vorrebbero sempre dei "prodotti freschi" come parte integrante della loro dieta giornaliera.

Gli appartenenti alla Generazione Z si orientano verso una "dieta flessibile" che comprende sempre delle verdure a cui vengono abbinate delle proteine come ad esempio le uova. A differenza dei Millennials, la Gen Z integra le opzioni tipiche della dieta vegetariana nelle abitudini di consumo giornaliere senza però dichiararsi vegetariani o vegani a livello filosofico o culturale.

Infine, quasi la metà dei giovani consumatori americani appartenenti alla Generazione Z dichiara che pagherebbe di più per prodotti alimentari percepiti come più sani, rispetto al 32% dei Millennials.


ARTICOLI CORRELATI

L'arrivo della Gen Z in America  

Fare branding con i Millennials americani


« indietro ]