I Popup di ExportUSA

13/05/2019

Il Popup Store a New York di ExportUSA chiude i battenti dopo 15 giorni di promozione della moda italiana a New York

Come aprire un popup store di successo in America? L'esperienza di ExportUSA evidenzia i fattori critici per il successo di un popup a New York e nel mondo





ANTEPRIMA New York




Un popup di successo deve essere accattivante, ben allestito e deve invogliare il cliente ad entrare

Instagram, social media, influencer, promozione usando mailing list focalizzate, organizzazione di eventi e serate a tema sono essenziali per il successo del popup, a New York come in ogni altra città del mondo

ExportUSA ha aperto il suo primo popup a New York nel 2012 per lanciare i prodotti cosmetici anticellulite in America del marchio GUAM.

Da allora il mercato si è molto evoluto e i popup store, che nel 2012 erano una novità anche per New York, sono ormai diventati abbastanza frequenti, complice anche l'alto numero di negozi vuoti in tutte le zone di New York [non è che l'America è in crisi, anzi... solo che una grossa fetta di vendite si è spostato sull'ecommerce e i negozi fisici in America stanno cambiando ruolo]

Il 10 Maggio 2019 è stato invece l'ultimo giorno del popup ANTEPRIMA che ha promosso la moda italiana a New York presentando per la prima volta sei brand di moda italiani in America.

Di seguito condividiamo alcuni spunti sulla nostra esperienza e come lanciare un popup store di successo a New York.

      • 15 giorni sono pochi. Due mesi sono troppi.
        A meno di non lanciare un prodotto o una categoria di prodotti completamente innovativa, 15 giorni di popup sono pochi. Con prodotti rivoluzionari si può anche pensare ad una sola settimana di apertura, ma altrimenti 15 giorni non sono sufficienti. E due mesi, come il nostro popup store del 2012, ormai sono decisamente troppi. Secondo la nostra esperienza la durata dell'apertura di un popup dovrebbe andare dalle 3 alle 4 settimane. 

      • Cruciale il look del popup store per avere successo.
        Un popup a New York deve riuscire a farsi notare, deve essere bello, deve invitare il passante ad entrare. La concorrenza degli altri negozi è forte e serve creatività ed inventiva nell'allestimento delle vetrine, nella disposizione dei prodotti e nell'arredo.

      • Instagram è la piattaforma social per eccellenza per lanciare un popup store.


        Strategie di marketing vincente per lanciare nuovi brand in America


        Con sole 3 o 4 settimane di apertura a disposizione la campagna social è essenziale per acquisire una massa critica di visibilità in tempi brevi, ma un altro fattore determinante per l’acquisto in un negozio temporaneo, oltre allo shopping, è l’esperienza in sé. Instagram, in tal senso, è una testimonianza effettiva di quanto i clienti non si limitino a entrare in un popup semplicemente per comprare la merce esposta, ma siano spinti anche dalla voglia di immortalare uno spazio unico ed esclusivo per poi condividerlo online, innescando così quel circolo virtuoso che crea negli amici (e/o followers) il desiderio di emulazione e di partecipazione a un’esperienza limitata nel tempo. Per ottenere questo interesse da parte dei visitatori è fondamentare allestire vere e proprie scenografie, se non addirittura spazi “di interazione” dedicati al cliente, invitato a lasciare un contributo della sua presenza-esperienza, che verrà prontamente catturato dagli obbiettivi degli smartphone. Ad Anteprima sono stati creati spazi ad hoc, tra cui anche un Instagram corner-spiaggia: un ombrellone e sdraio firmati Sammontana con l’iconico logo del gelato-smile (“Sammontana X Berna Italia” hanno collaborato alla creazione di una capsule di felpe e magliette che erano disponibili in store - e subito sold out), insieme a gonfiabili e tanti altri gadget divertenti a riproporre un’atmosfera estiva dall’autentica impronta italiana. Le persone venivano invitate a giocare divertendosi a interpretare la loro "Italian Summer" di fronte all’obiettivo, che immortalava lo scatto cool “of the day”. Talvolta in formato digitale, talvolta con una polaroid la cui fotografia veniva regalata ai protagonisti come ricordo dell’esperienza.

      • L’importanza del concept in un pop-up store.
        Il tema scelto a riunire sotto lo stesso tetto alcuni brand italiani così diversi tra loro è stato il colore, con tanto di hashtag #italiancolors. Sono state le coloratissime collezioni P/E 2019 presenti nel popup a fornire lo spunto. Per mettere in luce il concept è stato allestito un pannello bianco all'interno del negozio su cui si imponeva la grande scritta #italiancolors (visibile fin dall'entrata) e i visitatori che lo desideravano potevano afferrare i colorati pennarelli bene in vista e scrivere la loro idea di italianità a suon di hashtag e parole. Mentre la parete adiacente all'ingresso era quasi interamente rivestita di piccoli quadretti dai pattern coloratissimi (icone e rimandi all’italianità inclusi). Come detto i social media, Instagram in testa, sono il mezzo migliore per raggiungere un alto numero di potenziali clienti. E per ottenere maggior coinvolgimento da parte del pubblico americano, che si aspetta dal popup un’esperienza inedita rispetto al classico retail (un contenitore sì prodotti, ma anche di emozioni) è necessario proporre concept creativi, così come sono essenziali la produzioni di foto e video all'interno del popup per generare contenuti per post accattivanti su Instagram.


        Come lanciare un brand negli Stati Uniti con un temporary store


      • Gli influencer sono essenziali per un popup di successo. 
        In questo stadio del lancio di un brand gli influencer non generano necessariamente vendite ma sicuramente portano visitatori al popup e creano interesse nel brand. Gli influencer sono i moltiplicatori dell'efficacia delle campagne di visibilità su Instagram. Il popup store diventa la chiave delle strategie di marketing, uno strumento all'interno della strategia di promozione e lancio dei brand in America. Usato in isolamento oppure senza una chiara strategia è destinato ad avere uno scarso impatto. Usato con intelligenza, invece, un popup store a New York è il primo passo per vendere in America.

      • Creare capsule collection ad hoc per il pop up.
        Una strategia di vendita utilizzata anche dalle case di alta moda, che sempre più spesso utilizzano il pop up “esperenziale” per dare visibilità al proprio brand e fare entrare in boutique il prezioso target dei Millenial: i principali fruitori dei temporary store. Introdurre nel popup store la creazione esclusiva di nuove capsule collection e limited edition è infatti motivo di grande attrattiva per i visitatori. “Adesso o mai più” il mantra che esorta all’acquisto. Anche i prodotti realizzati in esclusiva mirano dunque a una strategia di vendita vincente.

      • Organizzare eventi ha aiutato a lanciare il popup a New York. 
        Un altro elemento capace di generare interesse nel popup sono gli eventi sul punto vendita: eventi naturalmente sempre in linea con lo spirito e l'immagine del prodotto in modo tale da fare amplificare il messaggio.

      • Copertura mediatica
        Non solo una massiccia campagna social, ma anche una forte copertura mediatica attraverso un’accurata attività di PR sono fondamentali per il lancio del popup. Anteprima ha riscosso interesse da parte di testate americane quali: Forbes, Medium, IMNY, Chubstr.

      • La promozione attraverso mailing list focalizzate è efficace per generare interesse nel popup store ed attirare visitatori.
        Le mailing list sono il mezzo migliore per promuovere un evento a patto di avere delle mailing list ben profilate e di creare eventi che "risuonino" con i destinatari della mail. 

Anche il popup store è uno strumento all'interno della strategia di promozione e lancio dei brand in Influencer marketing è un asset del lancio di brand a New YorkAmerica. Usato in isolamento oppure senza una chiara strategia è destinato ad avere uno scarso impatto. Usato con intelligenza, invece, un popup store a New York è il primo passo per vendere in America.

 

I Numeri di ANTEPRIMA a New York

      • 2 settimane
      • 6 brand sconosciuti
      • 14 eventi all'insegna degli #italiancolors
      • 25 incontri con agenti e showroom
      • 2,300 visitatori
      • $15,000 di vendite al pubblico
      • $165,000 in valore di copertura mediatica
      • 613,000 followers raggiunti
      • 1 Milione di impression online @anteprima_madeinitaly

« indietro ]