Esportare beni industriali in America: vendere macchine, macchinari e beni industriali negli Stati Uniti

In piena crescita il settore della meccanica e dei beni industriali in America

23/05/2018

Gli Stati Uniti d'America sono usciti dalla recessione ormai da tempo e l'industria americana si sta attrezzando per fare fronte all'aumento di produzione trainato dai consumi privati

Altro fenomeno americano è quello del "re-shoring" ovvero il reimpatrio negli Stati Uniti di produzioni prima affidate alla Cina

Infine, il piano di investimenti da 1500 miliardi di dollari promosso dal Presidente Trump per il rinnovo delle infrastrutture genererà un aumento della domanda e delle importazioni di macchinari e beni industriali

Aumentano quindi gli investimenti per espandere la base produttiva dell'industria in America.  È uno scenario di domanda favorevole per l'esportazione e vendita di macchine industriali, beni ed impiantistica industriali, macchinari in genere, motori e pompe industriali negli Stati Uniti


Contattateci se desiderate importare beni industriali e macchinari negli Stati Uniti d’America


L’export italiano della meccanica
ha vissuto momenti difficili a partire dalla crisi finanziaria del 2008 e dalla conseguente contrazione dei consumi e soprattutto degli investimenti produttivi.

Le importazioni di macchinari italiani dell'America

Con importazioni dall'Italia per oltre 7 miliardi di euro nel 2017, sono gli Stati Uniti guidano le importazioni di macchine e macchinari dall'Italia [assieme alla Germania]

L’import degli Stati Uniti d’America è pressochè raddoppiato tra il 2010 e il 2014 e nel 2018 l'esportazione di macchine e beni industriali dall'Italia all'America raggiungerà 7.5 miliardi di euro.

Una prospettiva di crescita allettante rispetto a quelle che offrono Europa e Germania.

Tuttavia, da gravi crisi spesso emergono grandi opportunità, e se si può identificare una conseguenza positiva delle turbolenze del biennio 2008-2009 essa risiede nell’aver spinto le imprese più ricettive ad accelerare decisioni strategiche necessarie e tuttavia fino ad allora rimandate.

Con il ritorno della fiducia e degli investimenti in attività produttive, anche la domanda degli Stati Uniti per il settore della meccanica è tornata ad aumentare al punto che nel 2013 le esportazioni hanno superato i livelli di vendita pre-crisi.


 

Perchè esportare macchinari e attrezzature industriali proprio negli Stati Uniti?

In generale, le condizioni ottimali del contesto economico americano e un clima sociale, giuridico ed istituzionale generalmente favorevole all’imprenditoria rendono sempre gli Stati Uniti un mercato ideale su cui puntare per esportare macchinari e beni industriali.

In questa fase economica, però, le condizioni di mercato per il settore della meccanica e dei beni industriali in America sono particolarmente favorevoli. Il fenomeno del reshoring e il piano di investimenti da 1500 miliardi di dollari per il rinnovo delle infrastrutture americane stanno spingendo la domanda di attrezzature industriali e macchinari.

È adesso il momento di entrare sugli Stati Uniti. 


 

Settore meccanica Stati Uniti

Dalla produzione all’incasso: preparare la tabella di marcia per vendere negli Stati Uniti d’America

Di seguito una lista di passi necessari per iniziare a vendere con sucesso macchine, macchinari, e beni industriali negli Stati Uniti:

  • Ricerca di mercato e Business Plan - Framing del progetto
    : prima di iniziare a prendere i contatti in loco o aprire al mercato occorre definire la strategia di ingresso e preparare un business plan anche di massima.
  • Scelta della location
    : considerazioni strategiche e logistiche e di costo devono essere ponderate in questa fase.
  • Supporto al business
    : fase esplorativa durante la quale cercare, in Italia e negli Stati Uniti, opportunità di supporto o finanziamento per il quale il progetto di ingresso in America (incentivi federali o statali, finanziamenti, bandi europei, finanziamenti SIMEST etc.)
  • Scelta della forma giuridica dell’azienda
    : per vendere negli Stati Uniti è praticamente necessario costituire una società in America. Questo semplifica tutte le procedure burocratiche e segnala al cliente americano un impegno e una serietà decisamente maggiore. Le formule sono molteplici ma quella raccomandata è la Corporation, che richiama la nostra Società Per Azioni.
  • Registrazione del nome e del marchio dell’azienda
    : da effettuare presso lo United States Patent and Trademark Office dello Stato in cui essa è basata, segna la nascita dell’azienda in territorio americano e protegge dalla concorrenza sleale.
  • Trasporti Internazionali,Sdoganamento, Logistica e Spedizioni Interne
    : ExportUSA offre soluzioni lungo tutta la catena che va dalla produzione alla consegna del macchinario al cliente finale in America.
  • Business License & Permits
    : verificare quali siano le specifiche licenze ed autorizzazioni da ottenere per la propria attività  e le procedere per ottenerle.
  • Ricerca e Contatto di nuovi e potenziali clienti negli Stati Uniti
    : con una vostra società in America sarà molto più facile trovare nuovi clienti per vendere i vostri macchinari.

In America, la burocrazia è molto più snella e funzionale di quella italiana, tutto quello che vi serve è un’agenzia di consulenza per l’export in grado di portarvi dall’idea pura alla prima vendita di macchine o macchinario negli Stati Uniti.

Seguite l’esempio di molte altre aziende italiane che hanno aumentato il proprio fatturato esportando negli Stati Uniti con ExportUSA.


« indietro ]