Aprire un ufficio di rappresentanza in America


L'apertura di un ufficio di rappresentanza negli USA costa di meno rispetto all'apertura di una società ma presenta degli aspetti delicati sotto il profile fiscale



 


Come aprire un ufficio di rappresentanza negli USA





Come aprire un ufficio di rappresentanza negli Stati Uniti

Questi sono i passi necessari per la registrazione di un ufficio di rappresentanza in America

  • Registrare la società italiana con l'IRS [il corrispondente americano dell'Agenzia delle Entrate italiana]
  • Indicare un indirizzo negli Stati Uniti presso cui è domiciliato l'ufficio di rappresentanza;
  • Indicare il nome del contatto per la società italiana [non serve che sia residente in America e non serve che sia il legale rappresentante della società italiana]
  • Ottenere un numero fiscale americano [EIN - Employer Identificaton Number]

Riceviamo spesso richieste di informazioni su come aprire un ufficio di rappresentanza negli USA. L'azienda italiana ovviamente se lo configura con le stesse caratteristiche con cui viene concepito in Italia o in Europa ovvero un ufficio che non ha funzioni operative o di vendita ma solo di supporto, promozione ed informativa commerciale.

In questo senso l'ufficio commerciale in America funziona esattamente nello stesso modo che in Europa. Inotre, di per sè l'apertura di un ufficio commerciale non costituisce stabile organizzazione e quindo non fa sorgere l'obbligo di pagare le tasse in America, ma occorre comunque fare la dichiarazione dei redditi a fine anno.



Il problema legato all'apertura di uffici di rappresentanza negli Stati Uniti

Registrare la società italiana in America equivale ad aprire una filiale negli Stati Uniti con tutte le incombenze fiscali che ne conseguono

In termini molto pratici però, per aprire un ufficio commerciale in America serve chiedere il numero fiscale americano. E questo equivale all'apertura di una succursale americana della società italiana e comporta l'obbligo di fare la dichiarazione dei redditi negli Stati Uniti [per i soli redditi generati in territorio americano e quindi zero e, a seguire, non ci saranno tasse da pagare] Un ufficio di rappresentanza per definizione non genera redditi e quindi si dovrà fare la dichiarazione dei redditi ma non ci saranno tasse da pagare. Tre sono gli aspetti da considerare:

  • Il primo è che comunque serve fare la dichiarazione dei redditi a fine anno;

  • Occorre poi prestare la massima attenzione a non sconfinare in una attività che possa essere considerata di vendita attiva [e qui la linea si fa molto sottile]

  • Terzo; con una filiale negli USA si apre il fianco alla possibilità che il fisco americano possa fare delle verifiche alla società italiana con tutte le complicazioni del caso.

Nel ragionamento dell'azienda italiana, l'apertura di un ufficio commerciale negli USA è vista come una soluzione low-cost rispetto all'apertura di una società in America perchè non comporta lavoro di tipo amministrativo, burocratico, o contabile, e non obbliga a dover fare la dichiarazione dei redditi in America.

I contatti commerciali procurati dall'ufficio americano, continua il ragionamento, vengono poi sviluppati dalla casa madre italiana che perfeziona le trattative commerciali, firma il contratto di vendita, incassa il pagamento, ed invia la merce.

In teoria tutto bene. Senonchè la normativa fiscale americana prevede che se l'ufficio di rappresentanza americano ha avuto un "ruolo materiale" nel generare il reddito, allora quel reddito è soggetto a tassazione in America. Poichè è impossibile tracciare un confine netto tra "ruolo materiale" e "ruolo non materiale" per  ciò che riguarda l'attività di vendita, si rischia di creare un contenzioso costoso da risolvere.



Le alternative all'apertura di un ufficio di rappresentanza in America: aprire una società

Con la vostra società potete perfezionare la vendita in territorio americano ed incassare il pagamento sul conto corrente bancario della società americana. Alla fine dell'anno fare la dichiarazione dei redditi e pagare le imposte sul reddito in America con un risparmio fiscale del 50% rispetto all'Italia. Se decidete di pagare dividendi poi, il dividendo percepito dalla casa madre sarà esente da tassazione in Italia per il 95%.



La definizione di Ufficio Commerciale non è esplicitamente menzionata nella Convenzione Italia - USA ma può essere estrapolata per esclusione

Esattamente a ciò che accade in Italia, neppure la legge americana prevede la fattispecie dell' "ufficio di rappresentanza". La fattispecie che integra la definizione dell'ufficio di rappresentanza la possiamo trarre dal Paragrafo 3. dell'Articolo 5] comma d) e comma e) del Trattato Italia - America contro la Doppia imposizione che recita tra le altre cose:

3. Non si considera che vi sia una "stabile organizzazione" se:

  • (d) una sede fissa di affari è utilizzata ai soli fini di acquistare beni o merci o di raccogliere informazioni per l'impresa;

  • (e) una sede fissa di affari è utilizzata, per l'impresa, ai soli fini di pubblicità, di fornire informazioni, di ricerche scientifiche o di attività analoghe che abbiano carattere preparatorio o ausiliario.


ARTICOLI CORRELATI

Aprire una società in America

Il concetto di stabile organizzazione negli Stati Uniti

Tassazione in Italia dei dividendi di provenineza estera