Le aziende italiane possono mandare lavoratori temporanei tecnici operai e montatori nei loro cantieri negli Stati Uniti d' America ed in Canada utilizzando una procedura di ingresso nel paese supportata dalla cosiddetta Backup Letter


La richiesta del visto di lavoro temporaneo negli Stati Uniti e in Canada è possibile se il rapporto contrattuale con il cliente americano o canadese viene impostato in maniera ben precisa



È importante che l'azienda imposti correttamente da subito il rapporto contrattuale con il cliente americano o canadese. Se vengono rispettate le condizioni di legge, mandare a lavorare nei cantieri in America / Canada montatori, tecnici, operai e lavoratori temporanei è semplice

È da notare che non esiste un vero e proprio visto di lavoro temporaneo per gli Stati Uniti / Canada, che permetta a lavoratori temporanei di lavorare nei cantieri o nei negozi in America / Canada. In realtà per inviare lavoratori temporanei tecnici e montatori negli Stati Uniti e Canada vengono posti in essere una serie di documenti atti a validare la presenza dei lavoratori temporanei negli Stati Uniti / Canada per scopi lavorativi di carattere temporaneo. Nella pratica, la procedura di ingresso per lavoro temporaneo si sostanzia nella cosiddetta backup letter per gli Stati Uniti / Canada 


Visto lavoro temporaneo Stati Uniti e CanadaCapita spesso che aziende italiane vengano contattate da aziende americane per svolgere lavori temporanei in negozi o cantieri negli Stati Uniti e che quindi l'azienda italiana debba inviare lavoratori temporanei negli Stati Uniti / Canada per lavoro di carattere temporaneo: tecnici per l'installazione di macchinari o per addestramento in loco, squadre di montatori per allestire o avviare un impianto, operai montatori per montare arredi, mobili, posare pavimenti etc. 

Si tratta normalmente di lavori specializzati che durano da pochi giorni a pochi mesi: lavori di allestimento di negozi a New York ad esempio, oppure di riparazione di macchinari, di settaggio e messa in funzione di macchinari, di assemblaggio di macchinari o macchine utensili, di approntamento di linee di montaggio negli Stati Uniti, o di altri lavori specializzati da svolgere in America su base temporanea.

Per poter eseguire un lavoro temporaneo negli Stati Uniti / Canada non esistono procedure particolarmente difficili per la richiesta del visto di lavoro, in questo caso, temporaneo.

Bisogna però prestare attenzione ad impostare correttamente e da subito il rapporto di lavoro con l'azienda cliente in America / Canada. Vanno curati gli aspetti della stesura del contratto, della trasferta dei lavoratori temporanei negli Stati Uniti / Canada, della durata del lavoro in Nord America, della gestione delle spese di alloggio, viaggio e delle diarie.

Se tutto viene impostato nel pieno rispetto delle norme di legge americane / canadesi, il permesso per lavoro temporaneo negli Stati Uniti / Canada non è problematico. È una procedura che eseguiamo normalmente per lavoratori di ditte che devono entrare in America per eseguire prestazioni d’opera di carattere temporaneo.

Per il visto di lavoro temporaneo negli Stati Uniti non è necessario sostenere un'intervista al Consolato americano. Tutta la procedura per la richiesta e l'ottenimento del visto di lavoro temporaneo viene fatta da ExportUSA assieme allo studio legale specializzato in pratiche di immigration per gli Stati Uniti d'America.

Muniti della backup letter [questo in gergo il nome dato a questa procedura di ingresso temporaneo], i lavoratori inviati ad eseguire lavori temporanei negli Stati Uniti possono entrare nel paese e svolgere la loro attività lavorativa senza problemi di sorta. Copia della backup letter va tenuta con sé per tutto il tempo, soprattutto durante le ore di lavoro.

La backup letter ed il caso di lavoratori temporanei non di nazionalità italiana da inviare negli Stati Uniti d'America

Inviare Lavoratori Temporanei in Canada: Servizio di consultazione preventivo con le autorità dell'Immigration Canadese 

backup letter Canada

In concomitanza con la preparazione delle backup letter per inviare lavoratori temporanei in Canada, ExportUSA offre un servizio di richiesta di parere preventivo alle autorità dell'Immigration in Canada.

Nell'ambito di questo servizio, ExportUSA invia all'immigration del Canada la pratica relativa alla backup letter prima dell'arrivo dei dipendenti italiani in suolo Canadese.

In via preventiva, l'Immigration Canadese rilascia un parere/commento che permette di prevedere l'esito della richiesta di ingresso nel territorio Canadese.

E' un servizio aggiuntivo che suggeriamo sempre di considerare. Il costo e' irrisorio ma può aiutare ad evitare situazioni spiacevoli ai dipendenti italiani che devono recatsi in Canada per motivi di lavoro temporaneo.

È importante notare che i lavoratori temporanei, pur con la backup letter, non possono comunque rimanere in America per più di 89 giorni e devono comunque fare l’iscrizione all’ESTA [si fa online, costa $14, vale 24 mesi]

In altre parole, i lavoratori temporanei sono comunque soggetti a tutti i vincoli normativi previsti per un cittadino italiano che entra negli Stati Uniti: l’ESTA appunto [altro non è che il modo in cui si sostanzia il programma cosiddetto di Visa Waiver, ovvero di paesi per i quali non serve un visto per viaggiare negli Stati Uniti nel limite degli 89 giorni] 

Prendiamo, ad esempio, il caso di un cittadino albanese residente in Italia, dipendente di una ditta italiana. La ditta italiana deve mandare questo suo tecnico temporaneamente negli Stati Uniti per il montaggio di macchinari per conto di un cliente americano. 

In questo caso non è possibile effettuare l'iscrizione al sistema dell'ESTA in quanto l'Albania non è tra i paesi a cui è accordato il Visa Waiver System. Sarà quindi necessario fare la richiesta di visto B1 per Tecnici seguendo la procedura prescritta. La domanda di visto B1 per gli Stati Uniti sarà presentata in un qualsiasi consolato americano in Italia ed il cittadino albanese in oggetto sosterrà l'intervista necessaria al rilascio del visto B1 nel consolato americano in Italia in cui è stata presentata la domanda di visto B1.

Qualora il cittadino albanese di cui sopra fosse invece residente in Albania, la domanda di visto B1 andrebbe presentata ad un consolato americano in Albania ed è presso quel consolato americano che il cittadino albanese dovrà fare l'intervista.

Quando il lavoratore temporaneo da inviare in un cantiere America è di nazionalità diversa da quella italiana, si applicano due principi:

  • Il lavoratore temporaneo ricade sotto le normative previste dall’Ufficio Immigrazione americano per i cittadini di quel paese. Ad esempio: l’Albania non è inclusa nella lista dei paesi in regime di Visa Waiver, per cui un cittadino albanese che vuole entrare negli Stati Uniti deve richiedere il visto secondo le normali procedure. Se il lavoratore fosse invece cittadino francese non ci sarebbe bisogno di chiedere visto per gli Stati Uniti. 
  • I visti per gli Stati Uniti vanno richiesti presso le autorità consolari del paese di residenza. Esempio: un cittadino albanese che risiede regolarmente in Italia dovrà inoltrare la richiesta di visto presso un Consolato Americano in Italia e sostenere l'intervista per il rilascio del visto in un Consolato Americano in Italia.

La lista dei paesi inclusi nel programma di Visa Waiver la può trovare su questa pagina web: 

https://en.wikipedia.org/wiki/Visa_Waiver_Program

Tutto ciò premesso, per i cittadini che necessitano di visto in quanto il loro paese non è tra quelli inclusi nel programma di Visa Waiver per l’America, possiamo occuparci noi di tutta la pratica di richiesta. Esiste una variante del Visto B1 per gli Stati Uniti che si adatta proprio a casi di questo tipo, ovvero:

  • Squadre di montatori per allestimento negozi e montaggio mobili;
  • Squadre di tecnici per montaggio macchinari;
  • Tecnici per addestramento all'uso di macchinari o impianti;
  • Squadre di tecnici e montatori per montaggio e avviamento impianti;
  • Tecnici e Ingegneri per lavori di manutenzione di impianti o macchinari, etc. etc.

 

Exportusa, grazie alla sua esperienza di lavoro negli Stati Uniti / Canada e al rapporto di lavoro instaurato con studi legali specializzati, è in grado di guidare le aziende italiane che devono mandare lavoratori temporanei, come squadre di tecnici, ingegneri o montatori in cantieri negli Stati Uniti / Canada per trasferte di lavoro temporaneo in Nord America