Intervista di Lucio Miranda ad America Contro SkyTG24 con Federico Leoni

Federico Leoni, [linkedin https://www.linkedin.com/in/federico-leoni-3aa39916/] Caporedattore Centrale a Sky Tg24, è l'autore del podcast America Contro, un podcast dedicato a dibattiti ed approfondimenti sulla cultura, l'economia, e la società americana. Il 28 Gennaio 2024 Lucio Miranda, Presidente di ExportUSA, ha partecipato al Sunday Special con un intervento sull'economia americana. Riportiamo di seguito il testo trascritto, mentre il podcast originale può essere ascoltato sulla piattaforma Apple a questo indirizzo web:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/sunday-special-con-lucio-miranda-di-export-usa-ep-82/id1604148167?i=1000643238848

Dalla pagina di America Contro - https://tg24.sky.it/podcast/america-contro il podcast è poi disponibile anche su altre piattaforme:

Federico Leoni
Cosa fa ExportUSA?

Lucio Miranda
In nuce, ExportUSA aiuta le aziende italiane ed europee ad entrare con successo sul mercato americano fornendo tutti quesi servizi che servono per permettere l'insediamento operativo negli Stati Uniti.

FL
Il tema più importante di queste elezioni è l’economia. La situazione economica non è così chiara, abbiamo l’impressione che la percezione da parte degli americani sia distaccata dalla realtà dei fatti, è così?

LM
Si è così, noi sono 20 anni che svolgiamo questo mestiere e posso garantire che è così. In tutti questi anni abbiamo visto tanti aspetti dell’economia e della società americana. Abbiamo assistito alla crisi, all’economia che crolla, abbiamo visto la ripresa e l’espansione economica. Abbiamo visto succedersi diverse amministrazioni (Rep e Dem) e affrontare tutte le questioni più spinose legate all’economia. È vero: gli americani non vedono gli Stati Uniti come li vediamo noi, non hanno la stessa nostra percezione. Questo è normale, perché se tu vivi in un paese, per poter dare un giudizio oggettivo, dovresti avere anche in mente come funziona da altre parti e metterle a confronto: questo per giudicare in maniera più serena la realtà in cui vivi. Guardando in un excursus degli ultimi 20 anni l’economia americana come l’abbiamo vista noi, è difficile non apprezzarne la grande forza. Se sei un’azienda italiana, avere come obiettivo quello di vendere in America (puoi riuscirci o non riuscirci) non è mai un obiettivo sbagliato, perché è un mercato che premia, perché se ce la fai, ce la fai veramente alla grande.

FL
Quindi questa impressione che gli americani hanno la percezione di un declino americano anche a livello economico - complice il fatto che ci siano anche concorrenti agguerriti in giro per il mondo - e il fatto che questo declino si ripercuota anche in una sorta di “Status Anxiety” che da loro l’impressione che l’America non sia più la loro America che dominava sul mondo, questa impressione (almeno dal punto di vista economico) è sbagliata?

LM
Sai che io ancora devo vederle altre potenze economiche che mettono in ombra l’America? E parlo con gli occhi di un’impresa italiana in questo momento. Non ho pretese di fare analisi socioeconomiche o quant’altro. Guardo con gli occhi di un imprenditore italiano che deve decidere come condurre la propria azienda e su quali mercati puntare. Fino a qualche anno fa ed erano usciti anche dei libri in tal senso. Il declino della potenza americana – il declino delle potenze occidentali – erano libri da Armageddon, creati apposta per esaltare il sorgere e il risorgere della Cina. Oggi nel 2024 vediamo che la Cina ha problemi a livello demografico, ha problemi a livello finanziario, ha problemi di crescita economica e di Export come mai aveva avuto prima e che erano del tutto impensabili 5/6 anni fa e invece adesso siam messi così. Quindi siccome la realtà a livello economico è una realtà che è sempre fatta di comparazioni non esistono assoluti, non c’è la cosa IN ASSOLUTO. È sempre una funzione di confronti allora ecco che oggi l’America si è rafforzata come economia perché da un lato la Cina è scesa come mai era accaduto prima, e poi perché dalla parte dell’America si sono realizzate delle condizioni che prima restavano come ipotesi e adesso sono diventate realtà e mi riferisco all’indipendenza energetica alla produzione di petrolio e gas naturale e all’esportazione di petrolio e gas naturale. Gli USA sono l’esportatore Numero 1 di gas al mondo e quindi quando hai già tutte le risorse interne è come se ti piovesse danaro dal cielo, no? Gli USA da una parte si assicurano o sono sulla strada dell’indipendenza energetica, dall’altra parte diventano esportatori netti di petrolio e gas naturale. Quindi è difficile pensare ad un’economia in declino quando è messa così e poi dall’altra parte la lotta all’inflazione che sembra oramai sulla via della risoluzione. E un tasso di disoccupazione al 3.7% con un PIL che aumenta al 2.6 % … ho capito che ci sono delle ombre, ma qui c’è anche parecchia luce che brilla.

FL
Ti avrei chiesto un commento sull’inflazione, ma mi hai anticipato ed era ovvio che fosse così. Visto che è uno dei temi più alla ribalta in America e non solo. Parlavi dell’indipendenza energetica citando il Gas e il Petrolio. Guardando più in là alla necessita di sostituire combustibili fossili su questo fronte e quello delle nuove tecnologie tipo AI etc… gli USA come sono messi? Si proiettano come una potenza che resta ancorata al passato o che guarda al futuro? So che di NY dicono che sia la nuova Silicon Valley.

LM
Sì, si si lì la chiamano Silicon Alley perché a NY, “Alley” è il vicolo, Valley non ce ne sono e però ci sono parecchi vicoli quindi parecchie Alley. Mah.. questo secondo me è un altro elemento di forza dell’economia americana, e non mi riferisco alle nuove tecnologie o alle rinnovabili o quant’altro, ma il sistema americano è un sistema che produce innovazione e innovatività da sempre e in maniera gioiosa, instancabile. Pensiamo a internet, pensiamo al GPS, pensiamo a tutto l’ecosistema apple e pensiamo all’e-commerce e ad Amazon: sono tutte aziende servizi e novità tecnologiche che oramai hanno inciso sulla vita di tutti quanti. In questo senso lo sviluppo continua, pensiamo anche all’IA insomma 10 anni fa Microsoft investe in ChatGPT al ritmo di 10 mld di dollari. 10 / 12 anni ed eccoci qui con ChatGpt che è il vessillifero dell’IA, del lancio dell’IA a uso di tutti nel mondo. Ed è una tendenza, ed è una tecnologia, ed è uno sviluppo che nasce dagli Stati uniti. Nasce dagli USA perché? Perché gli USA sono un sistema economico estremamente pro-business, quando dico pro business vuol dire che le idee, il lancio delle nuove idee viene visto favorevolmente ed esistono gli strumenti finanziari, economici, di sostegno per poter aiutare nuove idee, nuove tecnologie a emergere. Quindi eccoci qua che l’intelligenza artificiale è nata qua, poi ovvio che anche in Cina si fa molto, e anche in altri paesi si fa molto, ma il “là” lo abbiamo dato in America. Lo dico non perché voglio fare il saccente o perché voglio dire che l’America è il meglio, il primo e l’unico, però di fatto è un sistema economico estremamente vivace che premia in maniera generosa e punisce in maniera crudele, ma che comunque continua a sviluppare e rinnovarsi. Per quanto riguarda le nuove tecnologie del Green, ricordo ancora che l’amministrazione Biden ha lanciato un piano di investimenti da 1700 miliardi di dollari per finanziare la transizione all’economia green e per rinnovare l’infrastruttura americana.. eh .. insomma, non mi sembrano pochi 1700 miliardi, anche perché nel giro di un anno sono stati pensati, discussi, approvati e distribuiti e quindi mi par di poter dire che ci credono e mi sembra di poter dire che non ho mai visto una volontà e una determinazione come quella americana in nessun’altra economia mondiale.

FL
Con quest’ultimo riferimento su Biden mi dai il là perfetto per farti un’altra domanda… non è che il Presidente Biden siano stati e siano tutt’ora poco abili o poco efficaci nel mettere in luce i propri meriti in campo economico? Parlavamo prima del fatto che gli americani o buona parte degli americani ha l’impressione che l’economia stia andando male, nonostante gli indicatori ci dicano che l’economia sta andando bene, o addirittura benissimo. Pensi che Biden sia un pessimo pubblicitario di sé stesso da questo punto di vista?

LM
Mah .. guarda.. penso che ci sia ben poco da fare è un po’ la situazione del “Piove, Governo ladro” no? Allora... in un certo senso può funzionare così, guarda… diciamo che oggi un certo prodotto costa 100, poi abbiamo l’inflazione al 50% a abbiamo il prodotto a 150… poi l’inflazione cala allo 0% e questo prodotto costa ancora 150 quindi... inflazione 0 ... è vero che l’inflazione è 0 ma è vero che una volta lo stesso prodotto costava 100 e oggi costa 150, quindi il mio potere d’acquisto si è eroso, anche perché probabilmente il mio salario, il mio stipendio non si è adeguato completamente a questa situazione, no? Quindi quello che la gente di tutti i giorni vede è questo: “ accidenti, costava cento, adesso costa 150 … governo ladro!”. Com’è nata l’inflazione, da dove arriva l’inflazione, perché c’è l’inflazione cosa abbiamo fatto per sconfiggere l’inflazione cosa sarebbe successo se queste cose non le avessero fatte etc… etc… non passa nella mente di più e quindi la situazione è questa qua. Agli inizi dell’Amministrazione Biden, Biden fu attaccato ferocemente, perché il prezzo del Petrolio saliva, no? E allora.. “ecco questa amministrazione con tutta la sua “Agenda Green” sta tagliando la produzione o sta scoraggiando la produzione del petrolio, dobbiamo cambiare etc.. etc.. “ adesso abbiamo il petrolio che è ai minimi da diversi anni, ma non è che queste stesse persone saltano fuori e dicono “Bravo Biden, hai abbassato il costo del petrolio”, ma non me lo aspetto neanche da un politico, però la realtà vera è nessun presidente americano riesce a influenzare il prezzo del petrolio e questo è un altro aspetto a cui la gente non pensa. E forse, dopo tanti anni, siamo in una situazione dove l’ideologia sorpassa la realtà dei fatti.. e quindi.. non fa niente se per me in realtà le cose vanno meglio, non fa niente pensare che potevo essere disoccupato e invece siamo stati in grado di mantenere i livelli occupazionali .. io comunque mi oriento verso un’altra parte politica perché prediligo una scelta ideologica che non è quella della parte di Biden. Questo almeno è quello che mi dico io per giustificare tutto questo criticare l’amministrazione Biden.

Articoli correlati

Inflazione in America
14 Maggio 2024

Approfondimenti sull'economia americana

Inflazione in America - Andamento dell'inflazione nell'economia americana

vedi
Economia USA
14 Maggio 2024

Commenti e Analisi sull'economia USA

Gli aggiornamenti ed i commenti di ExportUSA sull'andamento e le prospettive dell'economia USA

vedi
politica monetaria Stati Uniti
18 Maggio 2024

Aggiornamenti sulla politica monetaria negli USA

Temi trattati: Politica monetaria FED - Tassi di interesse in America - Manovra economica espansiva - Riduzione tasse sulle società - Previsioni sul cambio Euro Dollaro

vedi
Politica monetaria negli Stati Uniti d'America Inflazione e Federal Reserve
25 Novembre 2023

Il rischio di inflazione in America e il ruolo della FED nella politica monetaria degli Stati Uniti

L'inflazione negli USA rimane bassa nonostante l'espansione monetaria attuata dalla Federal Reserve per combattere la recessione all'indomani della crisi finanziaria

vedi
Politica monetaria americana, crisi finanziaria, fallimento Lehman Brothers
14 Marzo 2020

Previsioni sull'andamento dei tassi di interesse americani

Ripubblichiamo una news di commento sulla politica monetaria americana originariamente publicata sul sito di exportUSA il 7 Ottobre 2014

vedi
Analisi e commento dell'andamento e delle tendenze del mercato dei titoli di stato americani
14 Maggio 2024

Titoli di stato USA

Analisi e commenti su andamento e tendenze del mercato dei titoli di stato americani

vedi
Intervista a Lucio Miranda a TGCOM24
09 Gennaio 2024

Politica monetaria ed elezioni USA 2024

Intervista a Lucio Miranda a TGCOM24 con commenti su politica di bilancio, politica monetaria, previsioni per il 2024 e le ripercussioni geopolitiche delle elezioni presidenziali americane del Novembre 2024

vedi
24 10 2023 Class CNBC Linea Mercati Intervista a Lucio Miranda
01 Febbraio 2024

Aggiornamenti su economia e politica monetaria americana

Gualtiero Lugli intervista di Lucio Miranda, Presidente di ExportUSA, per la trasmissione Linea Mercati - Class CNBC del 24 Ottobre 2023

vedi