L'aumentato prezzo del gas naturale e del petrolio e le nuove tecniche di estrazione quali la trivellazione orizzontale ed il fracking hanno permesso lo sfruttamento di giacimenti di gas e petrolio fino a ieri troppo costosi o impossibili da raggiungere. La scoperta di nuovi giacimenti di gas naturale e petrolio negli Stati Uniti d'America ha ulteriormente contribuito all'avvicinamento dell'indipendenza energetica americana dalle fonti politicamente instabili o ostili del Medio Oriente.





Prezzi del petrolio e nuove tecniche di estrazione

17/02/2018

Nei mesi precedenti il fallimento della Lehman Brothers il prezzo del petrolio aveva raggiunto e superato i $150 al barile

L'opinione prevalente tra tutti gli esperti [tra virgolette] era quella che il prezzo del petrolio avrebbe sorpassato i $200 al barile e che il petrolio stava cominciando a scarseggiare sostanzialmente per due motivi:

  • primo perchè i giacimenti si stavano esaurendo, e
  • secondo perchè la domanda di petrolio dalla Cina avrebbe reso la situazione ancora più drammatica.

La crisi finanziaria e conseguentemente la contrazione dell'economia e della produzione industriale mondiale ha poi raffreddato questi scenari da Day After ma sostanzialmente il quadro rimaneva immutato.



Sviluppi imprevisti nell'industria petrolifera negli Stati Uniti d'America erano però dietro l'angolo. Impossibili da prevedere all'epoca, cominciamo a vederne adesso le implicazioni



Queste sono le PREMESSE:

Innovazioni Tecnologiche nelle Tecniche di Estrazione del Petrolio e del Gas Naturale
L'innovazione tecnologica, assieme all'aumento di prezzo del petrolio e del gas naturale, hanno permesso lo sfruttamento di nuovi giacimenti petroliferi negli Stati Uniti d'America [in Pennsylvanya, Colorao, Texas, New York, Montana] ed in Canada. Stiamo parlando della trivellazione orizzontale e di tecniche estrattive quali il fracking che permettono di raggiungere e sfruttare giacimenti di petrolio e di gas naturale che fino a ieri erano antieconomici o impossibili da sfruttare.


Prezzo del Petrolio e Nuovi Giacimenti Petroliferi in Colorado e Canada

Si sapeva da sempre che in Colorado ed in Alberta, nel Canada, esistevano enormi giacimenti di petrolio intrappolati nelle sabbie fossili del sottosuolo.  Il costo della separazione del petrolio dai sedimenti era troppo alto quando il petrolio costava meno di $70 al barile.  Adesso che il petrolio costa quasi $100 al barile questi giacimenti, i cosiddetti Shale Oil Deposits, sono stati portati a fruizione aumentando cosi' l'offerta.

Nuovi Giacimenti
Da ultimo, sono stati scoperti nuovi importanti giacimenti di gas naturale negli Stati Uniti la cui ricerca era stata spronata dall'aumento generalizzato dei prezzi energetici.  Alcuni di questi giacimenti sono offshore ed e' stato necessario attendere ulteriori sviluppi delle tecniche di estrazione per poter sfruttare appieno anche queste nuove fonti di energia.




E questi invece sono i FATTI:

  • Entro il 2020 gli Stati Uniti saranno i maggiori produttori mondiali di petrolio e di gas naturale.
  • A tutto il mese di novembre 2011, l'81% della domanda di energia degli Stati Uniti d'America e' stato soddisfatto da fonti energetiche americane o canadesi.
  • Gli Stati Uniti stanno considerando la costruzione di un terminale per l'esportazione di gas naturale.

Si tratta di sviluppi che sono passati tutto sommato inosservati dalla stampa internazionale in generale e da quella italiana in particolare, occupata in questi giorni a commentare le assoluzioni di Berlusconi, il convegno di Gianfranco Fini, la sorte dell'Articolo 18 e altri accadimenti di simile portata epocale.




Scenari dell'industria estrattiva in America

Le IMPLICAZIONI economiche, politiche e strategiche per gli Stati Uniti sono invece di portata enorme

Proviamo ad ipotizzarne alcune:

  • Riduzione del deficit di bilancio degli Stati Uniti grazie al maggior gettito fiscale del settore energetico e estrattivo dell'economia.
  • Riduzione del deficit commerciale americano grazie all'esportazione di gas naturale.
  • Robusta ripresa dei consumi in America con riduzione della disoccupazione e ripresa dell'economia americana.
  • Aumento della competitività a livello mondiale dei settori produttivi dell'industria americana.
  • Stravolgimento dei rapporti di forza e dell'importanza del Medio Oriente per gli Stati Uniti d'America.



In termini pratici 
gli Stati Uniti potrebbero quindi scegliere una politica isolazionista di stampo Wilsoniano grazie al fatto che non devono più dipendere da nessuno per gli approviggionamenti energetici, oppure potrebbero decidere di espandere nuovamente le spese militari per riaffermare il ruolo guida delle sorti del mondo in una riedizione della dottrina Bush.

Comunque sia, in un ottica più umile e più coerente con la missione aziendale di ExportUSA, le opportunità per le aziende italiane sono evidenti: un'economia in espansione consuma di più e le aziende italiane hanno molto da offrire ai consumatori americani.

Nel nostro piccolo abbiamo già cominciato a vedere l'alba del cambiamento: negli ultimi sei mesi abbiamo costituito in America due corporation per aziende italiane produttrici di tubi e flange per l'industria estrattiva del petrolio e del gas naturale.

Sempre nello stesso periodo ne abbiamo costituite altre due per società italiane di engineering  che hanno aperto le loro sedi statunitensi in Michigan per seguire l'avventura americana di  FIAT - Chrysler.

Leggete gli aggiornamenti del Febbraio 2018: Record di Estrazione ed Esportazione di Petrolio degli Stati Uniti


« indietro ]