Previsioni sul taglio dei tassi d'interesse della FED negli Stati Uniti

L'economia Americana sta tirando: cosa la sta facendo correre?

Manuela Donghi ha intervistato Lucio Miranda di ExportUSA durante la trasmissione "Next Economy "su Giornale Radio La Radio libera di informare.
Di cosa si è parlato?
La BCE si accingerà probabilmente a tagliare i tassi di interesse dopo mesi di rialzo e dopo mesi di tassi invariati. Così facendo potrebbe per la prima volta anticipare la Fed che sarebbe più orientata a tagliare i tassi a settembre. Soprattutto dopo l'ultimo dato sull'inflazione, il PCE, il dato che la Fed tiene più monitorato per le decisioni di politica monetaria che è uscito venerdì, aumentato dello 0.2% ad Aprile, in linea con le stime di consensus. Anno su anno, l'incremento dell'indice è del 2,8%.

[se vuoi ascoltare l'intervista integrale su Giornale Radio dal minuto 59:44 → clicca qui]
 

La situazione economico finanziaria degli Stati Uniti: come si presenta?

Dal lato dell'economia reale, l'economia americana sta andando molto bene perché tutti gli indicatori puntano a una crescita economica robusta, continuata.
Ritualmente si parlava di recessione ma ormai non ne parla più nessuno perché gli indicatori dipingono un'economia in espansione, forte. Questo grazie secondo noi a due fattori.

  1. Il primo è il programma di investimenti di 1700 miliardi dell'amministrazione Biden per il rinnovo delle infrastrutture e per la transizione green degli Stati Uniti. A questa politica di bilancio espansiva si contrappone, dall'altra parte, una politica monetaria che vorrebbe essere restrittiva. Però qua c'è un po' la novità di questi di questi ultimi anni, perché la cinghia di trazione della politica monetaria restrittiva è, per quanto riguarda i privati, ad esempio, il costo del credito al consumo e soprattutto quello dei mutui. E qui abbiamo una situazione dove la gran parte delle famiglie americane con un mutuo, ha un mutuo a tasso fisso, e quindi se la se la Fed aumenta i tassi e io ho un mutuo a tasso fisso più di tanto non ne soffro.
  2. La cinghia di trazione nei confronti delle imprese è il costo del denaro per chi deve prendere fondi a prestito per finanziare la crescita: la grossa novità è stata quella che durante il periodo del Covid, a tassi poco superiori all'1-1,5% la gran parte delle aziende americane si è rifinanziata a quei tassi. Quindi succede che la classica politica monetaria restrittiva, quella dove aumento i tassi, non morde più come prima. Se a questo aggiungiamo appunto una politica di bilancio espansiva, ecco che l'economia USA sta tirando. E sta tirando molto bene anche a livello internazionale.

Per questo la BCE per la prima volta potrebbe agire prima perché in Europa la situazione è totalmente diversa. In Europa si è verificato quello che di solito si verifica quando la Banca Centrale mette in atto una politica più aggressiva, quindi statisticamente parlando, con un'economia che risponde rallentando. La recessione non c'è stata ma il rallentamento sì. in America è avvenuto proprio il contrario.

Shock inflattivo da offerta post-Covid: Perché l'aumento dei tassi non aiuterebbe l'economia americana

Per la prima volta nella storia ci siamo trovati di fronte a uno shock inflattivo dovuto più all'offerta che non alla domanda perché sono tutti i colli di bottiglia del post Covid che hanno fatto aumentare i prezzi, che sono responsabili per gran parte dell'inflazione e che ancora stiamo scontando. Quindi anche di fronte a una situazione di questo tipo, l'aumento dei tassi di interesse cosa può fare? Niente.  Se per esempio ho una società di logistica con 20 camion e 15 guidatori se ne sono andati, non sono più tornati, io aumento i prezzi perché lavoro solo con 5 camion, e va bene, ma l'aumento dei tassi di interesse mi fa tornare i guidatori? No, rimango al problema di prima. E questi aspetti sono stati sottovalutati.
 

Il doppio mandato della Fed: tra controllo dell'inflazione e sostegno alla piena occupazione

Ricordiamoci che la Fed ha sempre questo doppio mandato: deve controllare l'inflazione, cosa che ovviamente ha fatto con la politica, e poi il sostegno alla piena occupazione. Il mercato del lavoro è perciò una delle voci principali nelle analisi che vengono fatte, anche a livello di previsione, quindi l'attenzione è ancora più particolare e la mediazione se se si vuole è anche più complicata.
La strada economica non è lineare, non prevede step conseguenti uno dopo l'altro. In questo periodo si analizzano sempre di più dati a sé stanti ma i dati vanno valutati nel loro insieme.
 

Aspettative sui tagli dei tassi della Fed: Possibile il posticipo a dicembre

La Fed ha certamente il doppio mandato, però osserviamo che l'enfasi adesso è comunque sull'inflazione. Non ci aspettiamo un altro taglio. Di sicuro non c'è un taglio a luglio e non siamo neanche sicuri che ce ne possa essere uno a settembre.
Secondo noi, se i dati continuano secondo le previsioni, dovremmo incominciare a vedere qualcosa a dicembre.
Il mercato ha voglia di vedere un dato positivo ed è pronto a scattare nel momento in cui c'è un'aspettativa di taglio dei tassi o comunque quando ci sarà il taglio dei tassi. Vediamo il mercato dei futures molto più reattivo su quel lato che non sul mercato del lavoro, quindi anche un taglio posticipato a dicembre potrebbe produrre degli effetti molto positivi sul mercato monetario in America.

Articoli correlati

Economia USA
14 Maggio 2024

Commenti e Analisi sull'economia USA

Gli aggiornamenti ed i commenti di ExportUSA sull'andamento e le prospettive dell'economia USA

vedi
Commenti sull'andamento dell'economia americana
LE TENDENZE DEL MERCATO AMERICANO

ECONOMIA USA

vedi
Pericolo di recessione per l'economia americana? Forse no
02 Maggio 2023

Come sta andando l'economia USA

Pericolo di recessione per l'economia americana? Un approfondimento sullo stato dell'economia USA

vedi
Tassi di interesse e crescita economica per l'economia americana
19 Maggio 2024

Politica monetaria USA, FED, e tassi di interesse

Tassi di interesse e crescita economica per l'economia americana

vedi
Per aprire una società o una attività in America NON serve il visto
25 Ottobre 2023

Visti e società negli USA

Per aprire una società o una attività in America NON serve il visto

vedi
vantaggi di aprire una società negli Stati Uniti
15 Maggio 2021

Aprire una società negli Stati Uniti

I vantaggi di aprire una società in America condensati in un video di un minuto

vedi
Servizi logistica per il mercato americano per le startup
18 Febbraio 2019

Logistica e ecommerce in USA

Come cambia la logistica nell'era delle vendite online in America

vedi
Creare una Rete di Vendita negli USA
15 Marzo 2021

Creare una Rete di Vendita negli USA

Per vendere negli Stati Uniti non bastano le fiere, serve una rete di vendita. Export USA ricerca agenti, importatori e i rappresentanti più adatti per vendere il vostro prodotto negli USA

vedi
M&A USA: Consulenza per l'acquisizione di società negli Stati Uniti
28 Maggio 2024

M&A USA: Consulenza per l'acquisizione di società negli Stati Uniti

ExportUSA offre un servizio di M&A chiavi in mano

vedi
Consulenza per il mercato americano
15 Marzo 2021

Entrare con successo nel mercato americano

Consulenza per operazioni di esportazione e di investimento negli Stati Uniti Consulenza aziendale e strategica per la gestione aziendale negli Stati Uniti d'America

vedi
consulenza magazzino per logistica negli stati uniti
20 Novembre 2018

Vendere sul mercato americano

Le domande delle aziende che devono esportare negli Stati Uniti: dal magazzino, ai trasporti, al pagamento delle tasse, allo sdoganamento merci in America

vedi
Preparazione dichiarazione e pagamento della Sales Tax
15 Marzo 2021

Assistenza fiscale per gli Stati Uniti

ExportUSA assiste le aziende nella preparazione della dichiarazione della Sales Tax e nella richiesta del numero di sales tax

vedi