+39 0541-709073

Questi sono i 3 visti per andare a lavorare in America

Sottolineiamo l'importanza di una accurata pianificazione per creare le condizioni atte al rilascio del visto
 




Quali sono i visti che permettono a un cittadino italiano di trasferirsi e di lavorare legalmente negli Stati Uniti? Essenzialmente i visti sono tre:

  1. il primo è il visto E-2 Investitore,
  2. il secondo è il visto E-1 Trader e
  3. il terzo è il visto L-1 Intra-Company Transfer.

Nel visto E-2 (investitore) occorre investire una certa somma nell’avviamento di un’attività negli Stati Uniti. La domanda che riceviamo sempre è: “quanto devo investire?” Non c’è la risposta. Perchè? Perché le norme americane sull’immigrazione dicono che l’investimento deve essere commisurato al tipo di attività da avviare.

La seconda regola per il visto da investitore è che l’investimento deve essere non banale e quindi permettere il sostentamento dell’investitore e eventualmente della propria famiglia. Il visto E-1 (Trader) ha come presupposto una serie di operazioni “import” scaglionate nel tempo, continuative e di valore non banale. Il visto L-1 (Intra-Company Transfer) presuppone l’esistenza di una casa madre e di una filiale negli Stati Uniti e permette a un manager della casa madre italiana di trasferirsi negli Stati Uniti, quando ha lavorato per la casa madre in Italia per almeno un anno negli ultimi tre.


ARTICOLI CORRELATI

Il visto L1

Il visto E1

Il visto E2

Articoli correlati

Trasferirsi in America
25 March 2018

Trasferimento per lavoro negli Stati Uniti d'America

I visti "E" ed "L" permettono di lavorare in America. La Green Card invece non è un visto e consente di diventare residente degli Stati Uniti